Le coperte raccolte dai volontari de La via della felicità di Senigallia son state consegnate ad alcune parrocchie e associazioni che provvederanno alla consegna nei prossimi giorni.

Un dono di Natale per chi ne e ha più bisogno: iniziativa benefica dei volontari La via della felicità

Cultura e Società postato da notiziepubblichepadova || 6 mesi fa

Consegnate alla comunità più di 100 copertine e plaid per chi ne ha più bisogno. Le coperte raccolte dai volontari de La via della felicità di Senigallia son state consegnate ad alcune parrocchie e associazioni che provvederanno alla consegna nei prossimi giorni. Oltre alla raccolta alimentare e altro materiale che i volontari hanno consegnato anche durante l’anno all’associazione Gulliver, per anni e anni i volontari si son dedicati a varie attività di volontariato nell’ambito delle case di riposo di diverse città marchigiane. I volontari organizzavano feste, spettacoli, balli e animazione per essere vicini agli anziani, per farli sentire in compagnia, meno soli e portare loro allegria. Queste feste venivano organizzate tutto l’anno, ma l’appuntamento maggiormente atteso dagli anziani era la festa di consegna dei doni di Natale, raccolti, impacchettati e consegnati dai numerosi volontari e bambini vestiti da Babbo Natale! Negli anni le situazioni sono cambiate, poi il Covid ha fatto precipitare ulteriormente la situazione economica, ed oggi più che mai il sostegno serve alle famiglie che per la situazione che stiamo vivendo si trovano in difficoltà. Ecco perché pensare alle famiglie. “Il Natale è una tradizione molto importante per la famiglia – dice la Sig.ra Renata coordinatrice di questa iniziativa– e la famiglia, come gli anziani, sono il perno della nostra società. E’ il fondamento della nostra cultura, tradizione, e del futuro della nostra comunità – per cui vale la pena darsi da fare collaborando in qualsiasi modo”. La famiglia è tutto. “I figli sono in debito verso i genitori per l’educazione che hanno ricevuto, se i genitori ne hanno data loro una. Nonostante alcuni genitori siano così orgogliosamente indipendenti da non accettare alcuna ricompensa per aver fatto il loro dovere, rimane pur vero che, spesso, arriva il periodo in cui tocca alla generazione più giovane occuparsi dei propri genitori. -Scrive il filosofo L. Ron Hubbard nell’opuscolo La via della felicità.- Qualunque cosa succeda, ci si deve ricordare che essi sono gli unici genitori che abbiamo e come tali devono essere rispettati ed aiutati in ogni caso.”