isturbo, si potrebbe dire, legato alla cattiva relazione con alimentazione. La quinta edizione del DSM ha unito, in una sezione, i disturbi alimentari e i disturbi nutrizionali introducendo l'arfid...

Attualità postato da IGEANotizie || 24 giorni fa

isturbo, si potrebbe dire, legato alla cattiva relazione con alimentazione. La quinta edizione del DSM ha unito, in una sezione, i disturbi alimentari e i disturbi nutrizionali introducendo l'arfid nel 2013. Bisogna fare attenzione a non confondere questo disturbo con disturbi alimentari più noti, come anoressia e nervosismo. Infatti, i soggetti con arfid non si sentono fisici o ossessivi riguardo al proprio corpo.Infatti, i soggetti con arfid non provano sentimenti fisici o ossessivi nei confronti del proprio corpo, in genere gli individui più a rischio sono gli uomini. La categoria concerne pazienti più giovani di quelli con i classici disturbi alimentari. I soggetti hanno comorbilità psichiatrica con livelli di ansia e depressione. Solitamente sono soggetti con tendenze perfezioniste. Inoltre, non non è da escludere che tra i soggetti a rischio vi siano persone con autismo e deficit di attenzione.

Fonte: https://gestireansia.it/il-disturbo-evitante-restrittivo-dellassunzione-di-cibo/