la polemica tra destra e sinistra a proposito di fake news e riforma editoria

Attualità postato da Adolfo Tasinato || 5 mesi fa

Uno dei maggiori problemi consiste nella diffusione accelerata di notizie tramite i social media; le piattaforme social hanno rivoluzionato la diffusione delle notizie, ma allo stesso tempo, hanno aperto la porta a una rapida diffusione di informazioni distorte o false. La velocità con cui le notizie si propagano può superare di gran lunga la capacità di verifica, contribuendo alla diffusione incontrollata di fake news. Vi è anche il ruolo dei giornalisti, gli operatori dei media tradizionali e online devono assumersi la responsabilità di verificare accuratamente le informazioni prima di pubblicarle. Inoltre, è essenziale educare il pubblico a valutare criticamente le fonti e a comprendere la differenza tra notizie verificate e contenuti manipolati. Uno dei temi più dibattuti è quello della collaborazione tra piattaforme digitali e autorità governative che può rivelarsi efficace nel contrastare la disinformazione. La condivisione di informazioni e l'implementazione di politiche chiare sulla gestione delle fake news possono contribuire a limitare la diffusione di contenuti dannosi. Questa lunga premessa per dire che il problema della disinformazione, della propaganda politica fondata su narrazioni create ad arte e delle fake news, non è cosa di oggi e anche in Italia le forze politiche da alcuni anni sollecitano interventi anche legislativi, almeno per tenere sotto controllo il problema.

Fonte: https://www.nuovogiornalenazionale.com/index.php/italia/opinioni/15642-liberta-despressione-fake-news-e-riforma-delleditoria.html?highlight=WyJlZGl0b3JpYSJd