Molti ragazzi bevono molto di più di quanto non pensino gli adulti: si tratta di un comportamento che non solo mette a rischio la loro salute, ma li può persino portare a provare altre droghe.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 5 mesi fa

Nonostante le leggi, nonostante il fatto che molti genitori mettano in guardia i propri figli dall'uso di alcool quando sono minorenni, la stragrande maggioranza dei nostri adolescenti beve alcoolici. E cominciano a bere sempre più presto. Ecco un fatto che molti genitori potrebbero non sapere: la metà dell’alcool in commercio viene acquistato da bevitori minorenni o da coloro che bevono in modo eccessivo. Lo afferma la “Partnership for Drug-Free Children”. Il consumo di alcool da parte dei minorenni rappresenta il 20% dell'alcool venduto, il consumo eccessivo di alcool rappresenta un altro 30%. È probabile che molti genitori non si rendano conto che i loro figli abbiano cominciato a bere regolarmente alcool, dato che molti ragazzi tendono a farlo solo quando sono in giro con i loro coetanei. Essere genitori al giorno d’oggi significa essere costantemente vigili, per individuare qualsiasi abuso di droghe o alcool da parte dei figli. Questa responsabilità include l’assicurarsi che i figli comprendano i danni che possono derivare dal bere alcool o dall'usare di droghe: danni immediati, danni a lungo termine, danni derivati dal passaggio ad altre droghe. Come prevenire che i giovani comincino ad abusare di alcool in primo luogo? Il modo migliore è la prevenzione tramite l’informazione, che deve necessariamente cominciare dalla prima adolescenza. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci. Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione”. Questo è il principio su cui si basano le azioni dei volontari di Mondo Libero dalla Droga: educare i giovani per salvare le loro vite. Giovanni Trambusti “Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/