Molta della marijuana che viene spacciata è in realtà frutto di chimica e coltivazione forzata, che la trasformano in una droga molto più potente e pericolosa.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 1 mese fa

Le droghe contengono sono composti chimici complessi che hanno effetti vari, pericolosi e spesso non completamente conosciuti. Per non parlare dell’interazione fra droghe diverse e tra droghe e alcool. I giovani di oggi sono quindi costretti a prendere decisioni complesse riguardo all'uso di droghe, e la maggior parte di loro non ha le conoscenze per farlo con cognizione di causa. A peggiorare le cose, l'elenco delle droghe che vengono loro offerte (da spacciatori e amici) continua ad allungarsi. Una volta erano marijuana, cocaina, eroina, alcol e alcuni farmaci prescritti. Ora i chimici di tutto il mondo continuano giorno dopo giorno a creare nei loro laboratori nuove molecole, nuove sostanze tossiche di cui si può abusare per sballarsi. Alcune di queste nuove sostanze le droghe da club o da discoteca, roba usata principalmente nelle feste o nei locali notturni. Una nuova droga rappresenta una minaccia particolare per coloro che desiderano assumere marijuana ma non vogliono essere “beccati” in un test antidroga somministrato da un datore di lavoro o da un poliziotto. Questi nuovi farmaci “non rilevabili” sono etichettati con molti nomi diversi, confezionati in piccole buste di alluminio e vendute su internet o (sotto mentite spoglie) in negozi di articoli per stili di vita alternativi. I nomi più comuni di queste nuove droghe sono "Spice", "K2" e "Blaze", ma cene sono moltissimi altri. Il contenuto di questi pacchetti di alluminio sembra un pot-pourri e sul pacchetto c’è indicato che dovrebbe essere usato come incenso. Ma chi lo acquista sa bene, sa molto bene che è destinato ad essere fumato per i suoi effetti da sballo! È considerata da molti una finta marijuana perché, quando le cose vanno bene, dovrebbe dare uno sballo simile o più forte dell’erba. Ma se le cose vanno male, una persona potrebbe essere intrappolata in un'allucinazione paranoica e incontrollabile. Come espediente per aumentare le vendite, questo prodotto può essere etichettato come "naturale" e "non rilevabile", il che significa che probabilmente non verrà visualizzato in un test antidroga. Ma qualunque siano le affermazioni, ha creato danni e dipendenza in coloro che hanno scelto di abusarne. I fortunati sperimentano un'euforia simile alla marijuana. Gli sfortunati soffrono di ansia estrema, allucinazioni, o persino convulsioni che li mettono in serio pericolo di vita. Tali droghe hanno effetti diretti sul sistema nervoso centrale. Possono causare la riduzione del flusso sanguigno al cuore, provocando attacchi di cuore in alcune persone. Alcuni vomitano e diventano agitati e confusi. Una persona che usa regolarmente il farmaco può diventarne dipendente e soffrire di sintomi di astinenza se cerca di smettere. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o abuso di alcool. Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/