Avrai sicuramente sentito parlare spesso di imposta sul reddito delle persone fisiche.

Economia postato da biomeglio || 10 mesi fa

Forse non questa denominazione. Infatti, essa corrisponde a quella che comunemente chiamiamo IRPEF. Qui su PosizioniAperte.com l’abbiamo citata spesso in molti nostri articoli, ma ora vogliamo dedicare un approfondimento sull’argomento. Quindi, vogliamo ora spiegarvi cos’è nel dettaglio questa imposta, a cosa serve e chi riguarda. Cos’è l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche Istituita con D.P.R. n. 597/1973 e in seguito con D.P.R. n. 917/1986 ricompresa nel Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), l’imposta sul reddito delle persone fisiche è un’imposta che grava su tutti i redditi dei soggetti fisici (le persone) residenti in Italia, ovvero su quelli qui prodotti e/o percepiti qui da chi risiede all’estero. È la legge stessa ad individuare i redditi soggetti all’IRPEF, che sono: fondiari (fabbricati e dei terreni) capitali; redditi da lavoro dipendente e simili, nonché i redditi di pensione; quelli derivanti da lavoro autonomo; quelli di impresa; redditi diversi sulla base di quanto stabilito all’articolo 67 del Testo unico delle imposte sui redditi. Su questi redditi lo Stato vanta un tributo finalizzato al finanziamento dei servizi pubblici generali, costituendo quindi una delle principali entrate nelle casse dello Stato. Trattandosi di un’imposta progressiva, essa non è uguale per tutti, ma varia sulla base dell’entità del patrimonio reddituale posseduto. Chi deve Versare l’Irpef? Come accennato nei paragrafi precedenti, l’Irpef è dovuta da tutti i soggetti fisici che producono reddito. Rientrano in questa categoria i lavoratori dipendenti, quelli autonomi e i pensionati, residenti in Italia o all’estero, ma solo se percepiscono o producono redditi nel nostro Paese.

Fonte: https://posizioniaperte.com/imposta-sul-reddito-delle-persone-fisiche/