Il villaggio di Karumba, in Australia è invaso dai topi e causano il caos. L'orrore per gli abitanti di questo villaggio australiano, colpito da un'invasione di ratti: “Abbiamo paura quando usciamo...

Il villaggio di Karumba, in Australia è invaso dai topi e causano il caos

Attualità postato da dagata || 2 mesi fa

Il villaggio di Karumba, in Australia è invaso dai topi e causano il caos. L'orrore per gli abitanti di questo villaggio australiano, colpito da un'invasione di ratti: “Abbiamo paura quando usciamo di casa” La città australiana di Karumba è attualmente colpita da una grave infestazione di ratti. I residenti sono disperati perché i roditori mettono in pericolo anche la pesca Attualmente è in vigore lo stato di emergenza a Karumba, una cittadina nello stato australiano del Queensland. Migliaia di ratti vengono trascinati sulle spiagge qui. I residenti condividono foto e video sui social media e rivelano che si tratta di una vera piaga, come riportano i media locali. “100 ratti a notte” dirottano pescherecci in Australia. Il pescatore Brett Fallon ha detto alla rete televisiva ABC che la sua barca è attualmente abitata da "almeno 100 ratti a notte". Strisciano lungo la catena dell'ancora e si sparpagliano sul ponte. Ciò è particolarmente problematico perché “le attrezzature e i sistemi elettronici di tutte le nostre barche valgono milioni di dollari. Sono messi in pericolo dai ratti." Ma è proprio così che gli animali sulla terraferma diventano un problema. "Con la bassa marea nuotano fino ai banchi di sabbia, annegano quando il livello dell'acqua sale e i loro corpi vengono trascinati sulla spiaggia", ha detto alla ABC il pescatore Jemma Probert. I topi che non annegano sulla spiaggia si dirigono verso la città. Lì rosicchiano le automobili, distruggono i raccolti nei campi o contaminano le fonti di acqua potabile. Negli ultimi tempi i ratti si sono moltiplicati particolarmente rapidamente perché gli ultimi mesi nella regione sono stati particolarmente piovosi. Il professor Peter Banks dell'Università di Sydney ha dichiarato al Guardian: “Hanno un tasso di riproduzione molto elevato. Quindi, quando forti piogge cadono nelle aree aride, il loro habitat naturale, si moltiplicano." Ma il valore critico ora è stato raggiunto perché: "Quello che stiamo vedendo ora è il risultato naturale di troppi ratti, non abbastanza cibo, non abbastanza spazio, nel posto sbagliato”, dice il ricercatore. I residenti, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, cercano di controllare da soli la peste e piazzano trappole. Il sindaco Jack Bawden è consapevole del problema, ma non ha una vera soluzione. “Purtroppo ci sono molti ratti qui e ce ne sono molti altri che provengono dal Queensland occidentale e meridionale. Non avremo alcun sollievo a breve. Potremmo semplicemente dover aspettare.