Con il tuo contributo del 5 per mille alle Onlus non solo italiane, ma anche internazionali, contribuisci a migliorare le condizioni di vita di persone meno fortunate in giro per il mondo, a far pr...

Il 5 per mille alle Onlus: Dona Ora

Utilità postato da AndreaL || 6 anni fa

Con il tuo contributo del 5 per mille alle Onlus non solo italiane, ma anche internazionali, contribuisci a migliorare le condizioni di vita di persone meno fortunate in giro per il mondo, a far progredire la ricerca scientifica e a salvare delle vite e a preservare il patrimonioculturale e forestale italiano…tutto con una semplice offerta che non ti costa nulla.

 

In cosa consiste la Donazione 5 per mille

  Ogni cittadino della Repubblica italiana che compili annualmente il suo modulo IRPEF, può, a sua discrezione, decidere di devolvere il 5 per mille delle tasse dovute allo Stato ad associazioni di utilità sociale, o Onlus, alla ricerca scientifica, alla salvaguardia culturale e ambientale, ad organizzazioni ed enti benefici che contribuiscono a migliorare le condizioni di vita non solo dei meno fortunati in Italia, ma anche nel mondo (in particolare in zone di guerra o di estrema povertà, come l’africa e il Sudest asiatico). La scelta è assolutamente volontaria: basterà compilare, nel modulo apposito allegato alla dichiarazione IRPEF, la casella con il codice fiscale dell’associazione Onlus scelta dal contribuente o, se non si è tenuti a compilare tale dichiarazione, presentare nel modulo cartaceo del bollettino postale la somma da devolvere all’associazione in allegato al codice fiscale della suddetta. Poiché il 5 per mille è legato alla dichiarazione dei redditi, non consiste in una quota uguale per tutti, ma varia in base al reddito del contribuente e viene, per questo, scalato dalle tasse già da devolvere allo Stato (per cui al cittadino non costa nulla in termini di tasse aggiuntive).  

La donazione del 5 per mille alle Onlus

  La donazione del 5 per mille può essere rivolta a qualsiasi associazione che sia stata riconosciuta a tutti gli effetti come adeguata dallo Stato italiano e che ne abbia fatto richiesta allo Stato (ovviamente rispondendo a particolari caratteristiche). La maggior parte delle associazioni a cui è possibile destinare il 5 per mille sono le Onlus, ovvero le organizzazioni non lucrative di utilità sociale:

  • associazioni riconosciute come tali,
  • società cooperative,
  • fondazioni,
  • enti di carattere privato che svolgono un servizio pubblico,
  • associazioni di volontariato iscritte ai registri regionali e le organizzazioni non governative che si occupano di cause benefiche come la cura di individui affetti da malattie gravi,
  • la preservazione del patrimonio culturale e ambientale,
  • la ricerca universitaria e scientifica,
  • associazioni che si occupano di istruzione, tutela dei diritti civili, assistenza sociale e beneficienza.

Ognuno può sentirsi libero di donare la propria quota a qualsiasi di questi enti e migliorare il mondo nel suo piccolo, senza spendere nulla.