L'attivismo francese nel Caucaso irrita Azerbaigian e Israele

Estero postato da Patrizio Forc || 9 mesi fa

In favore dell’enclave armena in Azerbaigian si sono mosse personalità di spicco appartenenti al mondo della cultura francese. All’appello del settimanale L’Express hanno aderito accademici, scrittori e giuristi. A livello politico l’attivismo francese è addirittura maggiore, tanto da far parlare gli analisti americani di “retorica filo-armena del presidente Macron”. Il presidente del Senato francese Gérard Larcher ha esortato apertamente a inviare armamenti a beneficio di Yerevan. E proprio recentemente la sindaca di Parigi Anne Hidalgo è personalmente andata nel Nagorno Karabakh per accompagnare un convoglio di aiuti umanitari e denunciare le violazioni dei diritti umani. Tutto ciò ovviamente non è piaciuto affatto al governo di Baku, che ha convocato l’ambasciatore francese e ha protestato per le interefenze di Parigi nelle questioni locali. Nemmeno Israle è contento, perché si reputa partner strategico dell’Azerbaigian e perché teme che le armi francesi possano andare in qualche modo anche gli iraniani, i suoi principali avversari nella regione.

Fonte: https://strumentipolitici.it/nato-in-subbuglio-la-francia-manda-aiuti-agli-armeni-e-indispettisce-la-turchia-1/