Come avviene molto spesso soprattutto trascorsi alcuni anni nell'abitazione spesso sono soggette ad usura e malfunzionamenti, quando la caldaia in una casa in affitto a un guasto il dubbio più frequente...

Economia postato da Piergiorgio || 6 mesi fa

Caldaia rotta: paga inquilino o proprietario? Come avviene molto spesso soprattutto trascorsi alcuni anni nell'abitazione spesso sono soggette ad usura e malfunzionamenti, quando la caldaia in una casa in affitto a un guasto il dubbio più frequente è se la riparazione sia a carico dell'inquilino o del proprietario della casa stessa. La prima cosa da effettuare e verificare se nel contratto di locazione siano presente specifiche disposizioni, ma in generale è sempre il proprietario fa seguire tutti gli interventi di manutenzione e conservare l'immobile in buono stato, ad eccezione delle riparazioni di piccola manutenzione ossia interventi necessari dal normale delle lamentele subiscono i beni a causa dell'uso all'interno dell'abitazione affittata. A stabilire di chi sono a carico le spese di riparazione di un guasto della caldaia e il Codice civile negli articoli: 1575, 1576 e 1609, successivamente dall'intervento della Corte di Cassazione e che stabilirà interventi a carico dell'inquilino e gli interventi a carico del proprietario l'appartamento. con questa sentenza della Corte di Cassazione stabilisce cosa si intende con manutenzione ordinaria o straordinaria, il caso delle caldaie è un caso di manutenzione ordinaria e sarà quindi il proprietario a pagare in caso di riparazione, sostituzione totale, riparazione dei componenti dell'impianto. Caldaia rotta: Spese dell'inquilino il proprietario dovrà intervenire tempestivamente ma rimangono a carico dell'inquilino diverse spese: • costi della fornitura di energia • manutenzione periodica • controllo e manutenzione ordinaria • verifiche dell'impianto da parte dell'asl • riparazioni in caso di guasti dovuti a mancati controlli sulla caldaia • spese di spegnimento nel periodo estivo e accensione in periodo invernale all’inquilino, infatti, sono a carico della caldaia e il controllo dei fumi, esso sarà infatti responsabile dell'impianto all'interno dell'abitazione in cui vive, dovrà quindi pagare le spese per la manutenzione e il controllo periodiche, nel caso in cui non vengano rispettati i tempi e le modalità di controllo le spese derivanti da guasti saranno a carico dell'inquilino stesso. Caldaia rotta: il proprietario non vuole pagare nel caso in cui invece il proprietario lo faccio tempestivamente è possibile l'inquilino anticipi e faccia riparare una caldaia, chiedendo successivamente un rimborso al proprietario stesso, potrebbe anche se la porto dal contratto di locazione e autoridursi l'affitto. nel caso in cui il proprietario si rifiuti l'unica via resta quella legale. nel caso invece di impianto riscaldamento condominiale a caldaia comune, le spese gestite dall'amministratore, saranno ripartite tra tutti i condomini. è sempre consigliato mettere tutto per iscritto per avere una gestione totale delle spese. all'interno del contratto, infatti, possa essere specificati tempi modalità e deroghe virgola e soprattutto ciò che ha scritto nero su bianco rimarrà tale. Caldaia rotta: problemi comuni • pressione bassa, se all'interno dell'impianto vi è una scarsa pressione, la caldaia non funziona correttamente. E molto importante che la pressione del vostro impianto sia tra uno e 1,5 bar, sarà possibile regolarla grazie alle manovelle poste nella parte inferiore della caldaia, che vi permetteranno di ricaricare l'acqua. • calcare o altri problemi allo scambiatore, un'altra causa molto comune che può portare alla efficienza dell'impianto idraulico può essere la presenza di calcare all'interno dello scambiatore, lo scambiatore di calore è una componente fondamentale all'interno della vostra caldaia, permette lo scambio di acqua calda e acqua fredda. • pompa di circolazione difettosa, un altro componente di vitale importanza per il vostro impianto che permette la circolazione dell'acqua all'interno della caldaia stessa, attraverso lo scambiatore e infine verso i rubinetti. • valvole a tre vie danneggiata, può essere un componente che si danneggia molto facilmente, oltre che erogazione di acqua calda dei sanitari rubinetti di casa deve provvedere l'acqua calda per il riscaldamento di ambienti domestici, se questo meccanismo è danneggiato la rendita della caldaia non sarà ottimale. • rubinetto rompigetto ostruiti, il rubinetto e anche i rompigetti tendono a trattenere il calcare e a curarsi, si tratta di una sorta di filtri volti a gestire e filtrare il getto d'acqua uscendo dal rubinetto, controllando la caduta in maniera ordinata e costante. Spesso non si fa caso alla loro esistenza e molto spesso si lasciano senza averne una particolare cura, ecco perché molto spesso arrivano in pessimo stato. Assistenza caldaie Roma Manutenzione, assistenza, riparazione, tutto questo e molto altro viene offerto dal nostro servizio di assistenza caldaie a Roma siamo professionisti che operano nel settore attivi h 24 per 365 giorni l'anno, siamo dati di un call center attivo che sarà in grado di consigliarvi la soluzione dei vostri problematiche e vi metterà in contatto con il tecnico più vicino per risolvere tempestivamente tutte le vostre problematiche

Fonte: http://assistenzacaldaie-roma.net/