La dieta a zona è il miglior piano alimentare per donare all'organismo tutti i generi di apporto calorico che necessita.

Dai pesci e dai semi arriva la vita

postato da carlottatinti il 02/09/2011
Categoria: Alimentazione - tags: alimentazione + integratori + la dieta a zona

 

Gli omega 3 e omega 6, due acidi grassi polinsaturi, sono necessari alla vita, in quanto sono indispensabili per molte attività dell'organismo, come la produzione di energia, la sintesi di emoglobina, la funzione delle prostaglandine, per la produzione ormonale e per l'equilibrio ormonale. Se sono presenti carenze di questi acidi le conseguenze sono astenia, pelle secca, sterilità, ritardo nella crescita e difese immunitarie ridotte. Poiché l'organismo non è in grado di produrre questi acidi di vitale importanza, è fondamentale che essi siano introdotti nel corpo umano o attraverso la dieta oppure facendo uso di integratori. Un esempio di regime alimentare bilanciato è la dieta a zona. La dieta a zona è conosciuta per gli effetti di dimagrimento e non per lo scopo primario di Barry Sears, ovvero quello di migliorare la salute delle persone. Prima che questo tipo di dieta fosse inventata e diffusa l'alimentazione era intesa come l'introduzione calorie presenti negli alimenti nell'organismo. La zona ha introdotto il concetto di considerare gli effetti ormonali da parte dei cibi ingeriti e come controllare questi effetti per trarne beneficio. Lo scopo principale della dieta a zona sta nello strutturare un regime alimentare ideale, in modo tale da stimolare la produzione di eicosanoidi buoni(pseudo ormoni) ed eliminare, o tenere a livelli bassi, gli eicosanoidi cattivi, ottenendo come risultato il miglioramento di varie funzioni del nostro organismo. Questa dieta è conosciuta anche con il nome di 40 30 30, in quanto le proporzioni dei nutrienti sono composte da 40 % carboidrati, 30 % proteine e il restante 30 % e costituito dai grassi.