Può sembrare un utopia ma il business multimilionario della droga coinvolge più ragazzi di quanto si possa pensare, altrimenti non sarebbe un business!

Vite salvate con un adeguata informazione in merito alla droga

Cultura e Società postato da notiziepubblichepadova || 3 mesi fa

Può sembrare un utopia ma il business multimilionario della droga coinvolge più ragazzi di quanto si possa pensare, altrimenti non sarebbe un business! Una nuova settimana di lavoro per i volontari dell’associazione “Mondo libero dalla Droga” della Romagna, che martedì 22 marzo si dedicheranno ai negozi e residenti di Gambettola in provincia di Forlì, con una distribuire degli opuscoli informativi “LA VERITA’ SULLA DROGA”. “Il mercato delle sostanze stupefacenti muove attività economiche per 16,2 miliardi di euro, di cui circa il 39% attribuibile al consumo dei derivati della cannabis e quasi il 32% all’utilizzo di cocaina. Negli ultimi 3 anni per il mercato della cocaina si è osservato un incremento medio del commercio di circa 2,5 punti percentuali.” Questo è quanto emerge dalla Relazione al parlamento sulle tossicodipendenze in Italia del 2021. Quindi senza entrare in polemiche di vario genere ci chiediamo: chi sono gli utenti di tutto questo business multimiliardario? L’iniziativa dei volontari ha lo scopo di informare ragazzi, famiglie ed educatori sul pericolo che corrono quando s’imbattono in queste sostanze. Soprattutto in questo periodo, nel quale la voglia di festeggiare, e ovviamente passare il tempo insieme agli amici “bevendo un bicchiere” diventa la cosa più normale. Ed ecco il boom della poliassunzione: alcol e droga. Questi momenti per tanti giovani, portano in se l’occasione di entrare in contatto con spacciatori di droga, oppure, l’opportunità di abusarne, anche solamente per “puro divertimento” o per “semplice svago”. I fatti, in ogni caso, dimostrano – come sostenne anche l’umanitario L. Ron Hubbard, che “le droghe privano la vita delle sensazioni e delle gioie, che sono, comunque, l’unica ragione di vita.” Purtroppo, le informazioni che si sentono in giro e ormai sono alla base della “cultura della droga” sono FALSE, altrimenti non si spiegherebbero le statistiche di tutti i problemi legati alla tossicodipendenza, spaccio, criminalità, prostituzione, ecc… . Ma queste statistiche, pur essendo ovvie per chiunque, non servono da deterrente, anzi… molto spesso i giovani pensano che “anche se è successo ad un amico non necessariamente succederà a lui”, per cui non accettano i consigli da nessuno. Lo stesso meccanismo funziona con tutte le cose nella vita, quando non si hanno le informazioni corrette, si tende a seguire quelli che hanno sperimentato prima di noi, sia che si tratti di un lavoro, di un telefonino, una moda, o di una macchina nuova. Non sempre però ciò che altre persone hanno già sperimentato sono le cose che ci rendono felici, e che sono corrette! Per non farsi ingannare, per evitare di caderci e per aiutare anche gli amici a starne lontani c’è bisogno di informazioni a riguardo. La creazione di una società libera dalla droga è il motivo per cui sono stati pubblicati questi opuscoli informativi e dell’impegno dei volontari nel farli arrivare nelle mani di chiunque!!!! Per avere più informazioni vai sul sito www.drugfreeworld.org