Per il momento, il mercato sembra essere rimasto indifferente alla cessione di crediti in sofferenza da parte di Unicredit. Il titolo bancario infatti ha segnato un calo deciso a Piazza Affari. Ha...

Unicredit, la cessione di crediti non basta. Il titolo cade a Piazza Affari

Finanza postato da serpentediterra || 6 anni fa

Per il momento, il mercato sembra essere rimasto indifferente alla cessione di crediti in sofferenza da parte di Unicredit. Il titolo bancario infatti ha segnato un calo deciso a Piazza Affari. Ha infatti subito una flessione dell'1,52% a 2,34 euro, a dispetto delle indicazioni ricevute questa mattina da molti trader. Una dimostrazione che spesso i segnali di trading gratuiti non sempre sono efficaci.

Le mosse di Unicredit

La cessione di crediti che è stata annunciata ieri riguarda contratti di credito chirografario a Pmi italiane. L'ammontare delle sofferenze cedute è pari a 570 milioni di euro, e questa operazione avrà un impatto sui dati di bilancio relativi al terzo trimestre 2016. A comprarli è stato Balbec AM.

Unicredit ha varato questa mossa strategica per realizzare un rafforzamento del profilo di credito e diminuire, di conseguenza, le necessità di capitale. Ed a proposito di capitale, secondo il Financial Times il nuovo amministratore delegato, Jean-Pierre Mustier avrebbe in mento di varare un progetto che prevede un aumento da 10 miliardi, nonché la cartolarizzazione di crediti problematici per un ammontare simile. Probabilmente anche questa voce ha avuto un impatto sull'andamento di oggi del titolo a Piazza Affari.

Resta inoltre in piedi l'ipotesi di cedere integralmente Pioneer (che pare interessi a Poste Italiane) e la quota di Bank Pekao, anche se al momento da parte dell'istituto non sono arrivate delle conferme in merito. Secondo gli analisti della banca, il valore di Pioneer si aggira intorno ai 3 miliardi di euro.

Ad ogni modo la tabella di marcia di Unicredit sembra chiara: deve conciliare la cessione di crediti in sofferenza con il rispetto dei requisiti patrimoniali, e per questo Unicredit dovrebbe necessariametne procedere a una serie di dismissioni, oltre che al futuro aumento di capitale. Questa sembra l'unica strada percorribile per risanare l'istituto.