Mancano solo due mesi, poi la Gran Bretagna dovrà lasciare l'UE. Questa marcia di avvicinamento si sta confermando sempre più tesa, con inevitabili conseguenze sulla sterlina. La questione Brexit e...

Sterlina sempre più sotto pressione per via della Brexit

Finanza postato da serpentediterra || 2 anni fa

Mancano solo due mesi, poi la Gran Bretagna dovrà lasciare l'UE. Questa marcia di avvicinamento si sta confermando sempre più tesa, con inevitabili conseguenze sulla sterlina.

La questione Brexit e la sterlina

L'ultimo capitolo l'ha scirtto il premier Boris Johnson, che prevede di sospendere il Parlamento dal 12 settembre al 14 ottobre, in modo da impedire qualsiasi scenario al di fuori del No Deal. Rimarrà infatti davvero poco tempo per discutere dell'imminente separazione con l'Unione europea. E mentre il Partito Laburista prevede di tenere un dibattito di emergenza sulla Brexit, al limite invocando un voto di sfiducia nel governo (le probabilità che ciò accada sono aumentate), l'atmosfera politica nel Regno Unito si sta surriscaldando.

L'andamento del pound

Inutile dire che un clima del genere è negativo per il GBP (la sterlina), che scambia in area 1,22 sul biglietto verde, vicina al minimo da due anni e mezzo di 1,2015 toccato proprio questo mese (ma occhio al Pattern 123 uncino Ross in formazione) . Paradossalmente la valuta del Regno Unito ha evitato tracolli maggiori perché è già significativamente in ipervenduto. Inoltre, gli investitori sperano che i parlamentari contrari alla Brexit saranno in grado di trovare una soluzione la prossima settimana. Ma il rischio di una Brexit senza accordo è sempre più concreto, anche perché sul principale punto di contesa - il cosiddetto backstop al confine irlandese - le posizioni di Londra e Bruxelles rimangono lontane.

Il futuro della sterlina

Ovviamente i trader di tutti i siti trading forex gratis sono vigili sulla situazione, e aspettano con ansia ulteriori sviluppi. La sterlina nel frattempo continuerà - è molto probabile - a ignorare i rilasci di dati economici, mentre ci si concentrerà soltanto sulla vicenda politica. A prescindere che Boris Johnson venga sfiduciato o meno, rimane il fatto che raggiungere un accordo tra Londra e UE è molto difficile. Ancora di più difficile, quindi, è la possibilità che la sterlina possa trovare terreno fertile per una risalita.