Per la prima volta in un mese, il cambio tra sterlina e dollaro (GBP / USD) ha infranto una barriera di resistenza chiave, posta a quota 1,30. La spinta alla valuta britannica giunge dall'ottimismo...

Sterlina al top di un mese sulle speranze Brexit (e dollaro debole)

Finanza postato da serpentediterra || 2 anni fa

Per la prima volta in un mese, il cambio tra sterlina e dollaro (GBP / USD) ha infranto una barriera di resistenza chiave, posta a quota 1,30. La spinta alla valuta britannica giunge dall'ottimismo su un altro pacchetto di stimoli fiscali statunitensi, che ha indebolito il biglietto verde. Ma oltre a questo, c'è anche un cauto ottimismo sulla Brexit a sostenere la marcia del pound.

I driver della sterlina britannica

Settimana scorsa il biglietto verde americano ha pagato il ritorno di un po' di appetito al rischio sui mercato. Essendo il dollaro USA un rifugio sicuro, ha finito per essere penalizzato da questa maggiore propensione al rischio. Sono state le notizie su probabili ulteriori stimoli fiscali statunitensi a sostenere l'umore positivo della scorsa settimana. C'è stato solo un momento in cui ciò non è avvenuto, ovvero quando Trump sembrava aver interrotto i colloqui sullo stimolo, ma poi ha fatto dietrofront.

Il dilemma Brexit

La sterlina, nel frattempo, ha affrontato una certa volatilità la scorsa settimana a causa dell'accresciuta incertezza sulla Brexit. Sia Regno Unito che UE sono concordi nel ritenere un accordo commerciale molto importante. Tuttavia i colloqui sono ancora fermi su alcune questioni chiave. Questo aspetto sarà uno dei driver della sterlina anche nei prossimi giorni, e chi fa trading bonus senza deposito dovrà tenerne conto.

PS. Prima di intraprendere operazioni sul mercato delel valute, studiate bene quanto vale un lotto forex.

Coronavirus e notizie dagli USA

Oltre a ciò, sul cambio tra GBP e USD incideranno altri fattori. Anzitutto gli sviluppi del coronavirus. Nel Regno Unito gli ultimi dati sono allarmanti, e il governo sembra destinato a imporre nuove restrizioni nelle aree più colpite del paese. In secondo luogo, si dovrà continuare a guardare al dollaro USA questa settimana. Ossia a come evolveranno le discussioni in corso sul prossimo pacchetto di stimoli fiscali, con il "biglietto verde" che potenzialmente invertirà alcune delle sue recenti perdite tra i rapporti secondo cui i Democratici hanno rifiutato una proposta da $ 1,8 trilioni.