Sentiamo parlare continuamente di violazioni dei diritti umani in tutto il mondo, come in Turchia, Bielorussia e Birmania, dove i diritti umani vengono calpestati senza tregua. Il 24 Ottobre del...

RENDERE UNA REALTA' I DIRITTI UMANI

Cultura e Società postato da affaripubblicipadova || 1 mese fa

Sentiamo parlare continuamente di violazioni dei diritti umani in tutto il mondo, come in Turchia, Bielorussia e Birmania, dove i diritti umani vengono calpestati senza tregua. Il 24 Ottobre del 1945 a New York vengono istituite le Nazioni Unite, e sin da allora l' obbiettivo è stato quello di promuovere la pace nel Mondo e i Diritti Umani Universali. Ecco perché i volontari di Uniti per i diritti umani della Romagna continuano a far conoscere la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani lasciandoli a disposizione dei negozianti dai quali si recano, nel pieno rispetto delle regole, anche in questo particolare periodo. Questa settimana vogliono far sapere che gli opuscoli saranno a disposizione anche a Pinarella. Tra i tanti diritti, interessante notare il numero 30: ' Nessuno può toglierTi i tuoi Diritti!'... pertanto l'invito è rivolto a ogni singolo cittadino affinché sappia sempre più riconoscere i suoi diritti e i diritti di chi gli sta accanto. Questo è un passo importante verso la realizzazione di una società migliore, dove, come scrisse l'umanitario L. Ron Hubbard: "I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico." Come ben disse, Elenoire Roosevelt, quando presentò la dichiarazione universale dei Diritti Umani: 'Dove iniziano i diritti umani universali? In piccoli posti vicino casa, così vicini e così piccoli che essi non possono essere visti su nessuna mappa del mondo. Ma essi sono il mondo di ogni singola persona; il quartiere dove si vive, la scuola frequentata, la fabbrica, fattoria o ufficio dove si lavora. Questi sono i posti in cui ogni uomo, donna o bambino cerca uguale giustizia, uguali opportunità, uguale dignità senza discriminazioni. Se questi diritti non hanno significato lì, hanno poco significato da altre parti. In assenza di interventi organizzati di cittadini per sostenere chi è vicino alla loro casa, guarderemo invano al progresso nel mondo più vasto. Quindi noi crediamo che il destino dei diritti umani è nelle mani di tutti i cittadini in tutte le nostre comunità». Per ulteriori informazioni visita il sito: unitiperidirittoumani.it