Felicità? Meta fattibile o sogno irrealizzabile? Parlare di Felicità oggi per molti è utopia o solo un mito raccontato in un bel film o in un bel libro.

Passo di Treja incontra nuovamente i volontari de La Via della Felicità

Cultura e Società postato da notiziepubblichepadova || 3 mesi fa

Sabato 15 ottobre distribuite altre copie della guida al buonsenso per i negozi del paese. Felicità? Meta fattibile o sogno irrealizzabile? Parlare di Felicità oggi per molti è utopia o solo un mito raccontato in un bel film o in un bel libro. Molti non sanno che la felicità è raggiungibile ed è il frutto di un modus operandi teso al rispetto e alla cura di se stessi, della famiglia, del gruppo di appartenenza, dell’umanità nel suo insieme, dell’ambiente e della consapevolezza della nostra natura spirituale. Non è quindi un’emozione astratta risultato di chissà quali fattori; possiamo vivere in questa sana condizione comportandoci all’insegna del bene personale e altrui dove nell’altrui universo sono contemplate anche le altre forme di vita. Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard ha scritto La Via della Felicità: Guida Basata sul Buon Senso per una Vita Migliore. I suoi 21 precetti, interamente non religiosi, possono essere utilizzati da chiunque senza distinzione di razza, cultura o credo per favorire la gentilezza, l’onestà e le competenze di base della vita. Il precetto nr.1 “Abbi cura di te stesso” si manifesta nella cura di se stessi quando ammalati, nel mantenere pulito il proprio corpo, nel proteggere i propri denti, nel mangiare adeguatamente e nel riposare a sufficienza. Regole di vita sane che garantiscono al nostro corpo di restare in salute e di essere quindi prestante nelle attività quotidiane che svolgiamo. Vediamo il rovescio della medaglia: la trascuratezza nel momento della malattia può diventare un pericolo per gli altri oltre che per noi stessi; un corpo sporco e maleodorante non è accettato dalla nostra civiltà e diventerebbe motivo di esclusione da certi ambienti; dei denti malsani causano dolore fisico; un’alimentazione non adeguata in termini di quantità e qualità e un riposo insufficiente ci rendono stanchi e affaticati. Un altro importante precetto è quello indicato al punto 14.”Sii degno di fiducia: …La fiducia reciproca è il fondamento più basilare nelle relazioni umane. Senza di essa crolla l’intera struttura. Quando una persona dà una garanzia, fa una promessa o un giuramento, ha il dovere di mantenere tale promessa o giuramento. Se dice che farà qualcosa, lo deve fare, se dice che non farà qualcosa, non lo deve fare. La stima ce si ha di una persona è basata, in gran misura, sul fatto che mantenga o meno la sua parola….Alle persone che mantengono la parola data si concedono fiducia ed ammirazione.” Oggi la guida La Via della Felicità viene distribuita in tutto il mondo in circa 198 paesi in oltre 17 lingue e la sensibilizzazione generata nei luoghi anche grazie a incontri e meeting dedicati a informare sul valore dei precetti rende migliore la vita nell' ambiente restituendo dignità ai cittadini. Come disse lo scrittore L.Ron Hubbard: “A volte ci si può sentire come foglie trascinate dal vento lungo una strada sporca, ci si può sentire come un granello di sabbia in trappola. Ma nessuno ha mai detto che la vita sia una cosa calma e ordinata. Non lo è. Una persona non è una foglia morta né un granello di sabbia: una persona può, in maggior o minor misura tracciare il proprio percorso e seguirlo.” I volontari de La Via della Felicità si sono recati sabato 15 ottobre a Passo di Treja per un’altra distribuzione nei negozi del centro di copie di libretti così da renderli disponibili per i clienti stessi. Per maggiori informazioni e per scaricare la copia gratuita della guida vi invitiamo a visitare il sito: laviadellafelicita.org