Nuova ordinanza in materia di autovelox e codice della strada da parte della corte di cassazione

Utilità postato da paochia73 || 3 anni fa

Nuova ordinanza in materia di autovelox e codice della strada da parte della corte di cassazione


E’ di pochi giorni fa la notizia uscita sulla stampa specializzata di una nuova pronuncia in tema di autovelox, in particolare riguardo al loro posizionamento lungo i rettilinei e sull’obbligo o meno di fermare l’auto di cui viene rilevato l’eccesso di velocità per notificare l’infrazione.

Con questa nuova ordinanza della corte di cassazione, della quale potete trovare tutti i dettagli e una spiegazione approfondita su multestop.it, vengono apportati alcuni vantaggi che riguardano sial il conducente, sia il sistema giudiziario.

Il conducente del veicolo avrà la possibilità di contestare o dare spiegazione immediata riguardo al motivo per cui viaggiasse ad una velocità superiore a quella consentita in quel tratto.

Il sistema giudiziario non si troverà invece più appesantito da procedimenti mirati a provare un fatto che si sarebbe potuto constatare direttamente sul posto.

 

In questa ordinanza si fa riferimento alla modalità di rilevazione della velocità tramite autovelox con postazione controllata dalle forze dell’ordine. Ricordando infatti che esistono due modalità di rilevazione della velocità tramite autovelox, una con la presenza di forze dell’ordine sul posto e l’altra con autovelox fisso non controllato direttamente, questa ordinanza si riferisce solamente al primo caso tra quelli citati.

La motivazione di questa disposizione oltre a essere immediatamente percepibile come di buon senso ha anche un fondamento giuridico solido, ovvero il diritto di difesa e perché no, il principio di buon andamento della pubblica amministrazione da rispettarsi anche nella imposizione di sanzioni amministrative.

Questo a grandi linee è quello che viene citato nell’ordinanza, della quale potrete trovare come già accennato in precedenza un approfondimento molto dettagliato e preciso a questa pagina.  

 

Fonte: http://multestop.it