Continuano le spedizioni in Croazia dei Ministri Volontari di Sicientology e della PRO.CI.VI.COS per portare aiuti umanitari alle popolazioni colpite dal terremoto dello scorso dicembre.

Nuovo invito ai Ministri Volontari di Scientology per gli aiuti umanitari nell’area del terremoto in Croazia

Cultura e Società postato da notiziepubblichepadova || 1 anno fa

Continuano le spedizioni in Croazia dei Ministri Volontari di Sicientology e della PRO.CI.VI.COS per portare aiuti umanitari alle popolazioni colpite dal terremoto dello scorso dicembre. E’ arrivata oggi la lettera d’invito ufficiale da parte del Presidente dell’Unità di Protezione Civile e sindaco del comune di Gvozd: Milan Vrga. L’arrivo dei volontari a Gvozd è previsto alle 14.00 di Venerdì 19 marzo, con partenza da Padova alle 7.00. Il carico di beni, che viaggerà con il tipico furgone giallo dei volontari, è destinato alle comunità di Gvozd e Glina nella regione in Sisak Moslavina. Mentre i volontari della PRO.CI.VI.COS di Torino e Verona con il loro carico arriveranno sabato 20 marzo. Durante la loro permanenza i volontari verranno ospitati dalla Suncokret - Centro per lo sviluppo della comunità e di volontariato locale - che ospita volontari internazionali e mira ad aiutare i bisognosi e a contribuire alla solidarietà di sviluppo nella comunità locale – con la quale i volontari hanno collaborato durante le 3 spedizioni precedenti. Questa volta i volontari consegneranno altri elettrodomestici come frigoriferi, cucine economiche, e fornelli elettrici, oltre che attrezzi per l’edilizia come trapani, flessibili e cavi elettrici e martelli demolitori, richiesti dai residenti per le ricostruzioni. Che prestino servizio presso le proprie comunità o che si trovino all’altro capo del mondo, il motto dei Ministri Volontari di Scientology è “Qualcosa si può fare”. Questo programma, creato a metà degli anni Settanta da L. Ron Hubbard e patrocinato dalla Church of Scientology International come servizio religioso sociale, oggi costituisce una delle più ampie forze di soccorso indipendenti a livello internazionale. Il loro viaggio in Croazia, anche questa volta, prevede la consegna dei materiali in alcune zone rurali, non facilmente raggiungibili, anche perché collegate solamente da strade sterrate, dove le famiglie vivono in case/container posizionate nei pressi delle proprie abitazioni, dovendo rimanere in loco per prendersi cura delle fattorie. Per informazioni: Ettore Botter 348 3332499 www.ministrovolontario.it