Natale si avvicina e molti si apprestano a partire per le vacanze. In molti hanno scelto o sceglieranno delle mete esotiche, molte delle quali sono a rischio di malattie infettive.

Medicina e Salute postato da Mara121 || 8 anni fa

METE ESOTICHE E RISCHIO MALARIA – Natale si avvicina e molti si apprestano a partire per le vacanze. In molti hanno scelto o sceglieranno delle mete esotiche, molte delle quali sono a rischio di malattie infettive. Per molte di queste malattie esiste un vaccino ma per altre esiste solo una profilassi che riduce il rischio di ammalarsi, come nel caso della malaria. “La malaria è infatti una grave malattia dovuta ad un protozoo, un microrganismo parassita del genere Plasmodium, che si trasmette all'uomo attraverso la puntura di zanzare (del genere Anopheles)”, spiega il Dr. Giovanni Gaiera, specialista in Malattie Infettive dell’Ospedale San Raffaele di Milano. “La malaria è presente in gran parte dell'Africa, nel sub-continente indiano, nel sud-est asiatico, in America Latina e in parte dell'America Centrale. In molte aree del mondo la malaria, oltre che endemica, è stabile tutto l’anno e quindi la profilassi è indispensabile per coloro che si recano in questi paesi.”

INFORMARSI SUI PAESI A RISCHIO – "Ogni ASL dispone di un Ambulatorio del Dipartimento di Medicina Preventiva, destinato proprio ai viaggiatori. Si possono così raccogliere informazioni sulle epidemie in corso in quel determinato paese, sulle malattie endemiche presenti in determinate aree, sugli eventuali rischi, su vaccini e profilassi. Oppure ci si può rivolgere alle Divisioni di Malattie Infettive presenti all’interno degli ospedali più grandi. L’importante è farlo per tempo”, spiega il Dr. Gaiera. Inoltre, per verificare il livello di rischio del paese verso il quale si sta per partire si può consultare il sito Viaggiaresicuri del Ministero degli Esteri o l'area malattie infettive e vaccinazioni del sito del Ministero della Salute.

PREVENIRE – Per prevenire il contagio è necessario assumere un farmaco antimalarico e adottare opportune misure di prevenzione. Per scegliere il farmaco antimalarico più adatto e il tipo di terapia a cui sottoporsi bisognerà tener conto del livello di rischio del paese e dell’area in cui ci si reca. In base al livello di rischio il Ministero della Salute ha stabilito precisi livelli di profilassi antimalarica. Come spiega il Dr. Gaiera, oltre alla terapia farmacologica “bisogna comunque adottare strategie difensive di barriera, per ridurre il numero di punture potenzialmente infettanti: e cioè indossare abiti a maniche lunghe e pantaloni lunghi, utilizzare repellenti, dormire preferibilmente in stanze dotate di condizionatore d'aria e/o di zanzariere alle finestre. Le zanzariere vanno utilizzate anche sopra il letto, rimboccando i margini sotto il materasso e verificandone le condizioni e, ovviamente, controllando che nessuna zanzara sia rimasta all'interno. È molto utile impregnare le zanzariere con insetticidi a base di permetrina. Per quanto riguarda la profilassi va valutata caso per caso, tenendo conto tanto del tipo di viaggio quanto delle caratteristiche del viaggiatore (età, gravidanza, patologie concomitanti e terapie in atto).”


Fonte: http://www.121doc.it/press/malaria-viaggiare-sicuri-a-natale-8697.html