Sempre più studenti fingono sintomi psichiatrici per farsi prescrivere legalmente anfetamine, che vengono poi usate per sballarsi o rivendute.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 9 giorni fa

In seguito a diagnosi psichiatriche discutibili, a molti adolescenti vengono prescritti farmaci per l’ADHD, sindrome da iperattività e deficit di attenzione. Tali farmaci appartengono alla famiglia delle anfetamine e hanno effetti simili alla cocaina, i più noti sono Ritalin e Adderall. Uno dei problemi relativi a queste prescrizioni, oltre al fatto che si tratta di vere e proprie droghe, è che molti adolescenti usano impropriamente queste sostanze per sballarsi: indipendentemente dal fatto che gli venga diagnosticato un deficit di attenzione o meno, i ragazzi hanno scoperto che questi farmaci producono uno forte sballo e possono essere sfruttate economicamente rivendendole ai coetanei. I farmaci prescritti per l'ADHD come il Ritalin e l'Adderall sono stimolanti del sistema nervoso centrale. Adderall contiene anfetamina, motivo per cui viene spesso definita “speed” (la droga che ha ucciso John Belushi). Il Ritalin è paragonabile alla cocaina: le molecole hanno una composizione simile e si comportano allo stesso modo: entrambe aumentano i livelli di dopamina nel cervello. In un sondaggio del 2011 effettuato tra gli studenti delle scuole superiori nelle scuole pubbliche e private degli USA, il 2,1% ha riferito di aver abusato di Ritalin e il 4,1% di Adderall, nell'ultimo anno. Anche se questa può non sembrare una percentuale elevata rispetto all'uso di marijuana che si attesta al 25%, le capacità di alterazione della mente di queste droghe rendono queste statistiche assai preoccupanti. I farmaci per l'ADHD sono usati a scopo ricreativo e anche per il "miglioramento delle prestazioni scolastiche". Coloro che hanno bisogno di rispettare una scadenza o di studiare per un esame, possono prendere delle pillole di tali droghe per stare vigili e svegli per ore ed ore. Successivamente crollano e dormono pesantemente tutto il giorno successivo. In alternativa, le pillole possono venire tritate e polverizzate, poi sniffate o iniettate: in questo modo tali potenti sostanze producono euforia e allucinazioni. I ragazzi possono diventarne dipendenti dopo aver ricevuto una diagnosi psichiatrica di ADHD, e ritrovarsi successivamente dal medico a fingere di avere ancora sintomi per ottenere nuove prescrizioni a dosaggi maggiori e frequenza di utilizzo più alta. Altri invece sanno dove procurarsi tali farmaci illegalmente, per strada o a scuola, acquistandoli da studenti che fingono i sintomi solo per poter rivendere le pillole. Queste potenti sostanze sono la terza droga illecita più comunemente abusata tra gli studenti delle scuole superiori. Stanno diventando sempre più popolari tra i più giovani. I gravi effetti collaterali dell'abuso di farmaci per l'ADHD includono: pressione sanguigna pericolosamente alta, difficoltà respiratorie, battito cardiaco irregolare, convulsioni, sbalzi d'umore, confusione, delirio, paranoia, allucinazioni, morte per overdose. Queste pillole danno una forte assuefazione e la dipendenza può verificarsi proprio come nel caso della cocaina, spingendo la vita della persona in una spirale discendente totalmente fuori controllo. Un altro aspetto spaventoso di questi farmaci sono le loro proprietà psicotrope (alterazione della mente). Possono causare depressione grave ed episodi psicotici, nonché tendenze suicide e persino omicide. L'interruzione dell'uso può portare a sintomi di astinenza che includono nausea, vomito, eruzioni cutanee, dolore addominale, problemi digestivi, nervosismo, insonnia, mal di testa, vertigini, alterazioni della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, psicosi tossica, grave depressione e psicosi. I segni di abuso di stimolanti possono includere: diminuzione del rendimento scolastico, cambiamenti negli amici o nelle attività, difficoltà a dormire, diminuzione dell'appetito, problemi di memoria, sbalzi d'umore, aumento dell'aggressività, comportamento insolito come agire in modo riservato o isolato, perdita di peso, bocca asciutta, naso secco, pupille dilatate. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool e farmaci. Le attività di “Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Un Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/