Il crack è un derivato sintetico della cocaina; gli effetti sono simili ma molto più intensi, questo fa del crack una droga particolarmente devastante per il corpo e per la mente.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 1 mese fa

Tra la metà degli anni '80 e gli anni 2000 centinaia di migliaia di giovani hanno iniziato a fare uso di crack ogni anno. Questo numero, dal 2010, ha finalmente iniziato a diminuire. Questa è una notizia positiva, ma il numero di persone che ogni anno vengono devastati dal uso del crack e della cocaina è ancora tragicamente alto. Il crack è un derivato della cocaina, ottenuto tramite sintesi chimica, viene generalmente riscaldato e fumato in apposite pipette. Durante il surriscaldamento la sostanza scricchiola, da qui l’origine del nome “crack”. I sintomi dell’abuso di crack includono: danni cardiaco e vascolare, infarto, ictus, perforazioni allo stomaco, difetti di nascita in caso di donne in gravidanza, problemi ai polmoni, difficoltà respiratorie, forti dolori. Si verificano spesso anche danni mentali: depressione profonda (quando il breve sballo del crack svanisce), paranoia, mania e comportamenti compulsivi. Inoltre allucinazioni, agitazione, violenza e pensieri suicidi o omicidi sono effetti noti dell’abuso di crack. Tali sintomi sono anche caratteristici della cocaina in polvere, ma chi abusa di crack li sperimenta in modo più intenso. Ogni mese, nei soli Stati Uniti, circa un milione e mezzo di persone fa uso di cocaina e di crack. Come fare per evitare che tanti giovani cadano nell’errore di assumere sostanze così pericolose? La chiave sta nella prevenzione: informare i ragazzi in età scolare è la chiave per evitare che credano alla criminale propaganda degli spacciatori o che cedano alle proposte dei loro coetanei che ne fanno già uso. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Le attività di “Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Un Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/