Molti giovani, per curiosità o spinti da atri coetanei, provano sostanze stupefacenti. Questo comportamento li mette a rischio di sviluppare una dipendenza in età adulta.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 6 mesi fa

Per alcuni genitori, la tendenza al consumo di alcol da parte degli adolescenti (e di alcune droghe) è vista come una tipica "sperimentazione giovanile". Alcuni genitori hanno persino considerato tali attività come normali e "va bene fintanto che non esagerano". Alcuni considerano la sperimentazione giovanile con droghe e alcol parte della crescita. Tuttavia, è pericoloso considerare normale la sperimentazione adolescenziale di droghe e alcol. Solo un'esperienza con tali sostanze può preparare il terreno per l'uso ripetuto e la dipendenza! Inoltre, ci sono dati che suggeriscono una connessione diretta tra la sperimentazione di droghe e alcol in gioventù e la dipendenza da tali sostanze più avanti nella vita. Se i genitori vogliono assicurarsi che i loro figli crescano in modo sobrio, lucido e in salute, devono assicurarsi che i loro figli e le loro figlie si astengano dall'uso di droghe e alcol. Una nuova ricerca finanziata dal National Institutes of Health e pubblicata su JAMA Network Open ha rilevato che gli adolescenti di oggi in genere non abbandonano l'uso di droghe e alcol una volta raggiunta l'età adulta, soprattutto se stavano già esibendo comportamenti di dipendenza durante l'adolescenza. Secondo i risultati degli adulti intervistati che avevano usato ripetutamente droghe in gioventù, il 60% ha riferito di aver continuato a sperimentare droghe in età adulta. Al contrario, gli adulti che hanno sperimentato solo occasionalmente sostanze nella loro giovinezza o che non hanno sperimentato sostanze hanno avuto tassi di consumo di droghe molto più bassi. I risultati indicano che le famiglie dovrebbero intraprendere un'azione diligente e coerente per frenare l'abuso di sostanze tra i giovani ora che è noto che i giovani non si limitano a "sperimentare" droghe ricreative. Il dottor Sean Esteban McCabe, autore senior dello studio e direttore del Center for the Study of Drugs, Alcohol, Smoking and Health presso l'Università del Michigan, ha detto: "Gli adolescenti dipendenti da sostanze non matureranno meglio a causa del loro abuso di sostanze. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/