Il momento giusto per prevenire l'abuso di alcool è prima che inizi la dipendenza: dopo, sarà molto più difficile, se non troppo tardi.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 26 giorni fa

Recenti sondaggi su adolescenti e giovani hanno rivelato un fatto nuovo e sorprendente: più di uno studio rileva infatti che la maggior parte dell'abuso di alcol inizia proprio durante nell'adolescenza. Nella fase della vita in cui i nostri giovani dovrebbero ricevere un'istruzione e prepararsi per vita futura, molti iniziano ad abusare di alcol e droghe e rischiano dipendenza e precoce decadenza fisica. Ci sono diverse situazioni che aumentano il rischio che un adolescente abusi di alcol: una o più persone in famiglia bevono regolarmente, ampia disponibilità di alcolici in casa, depressione, bassa autostima, sentirsi rifiutato socialmente, i genitori non sono presenti o non aiutano il minore, la famiglia è povera. Per prevenire l'abuso di alcol nell'adolescenza, è necessario lavorare il più possibile su questi fattori di rischio. L’unico altro modo per ridurre l'abuso di alcool è educare i giovani sui gravi problemi che possono derivare dall'abuso di sostanze. Quando un adolescente vede i suoi amici che sembrano divertirsi o provare eccitazione o euforia, questo può sembrare molto attraente. Soprattutto se è annoiato o stressato dalle sue esperienze a casa o a scuola. Il momento giusto per prevenire l'abuso di droghe è prima che inizi la dipendenza Prima che una persona diventi dipendente, ha una capacità molto maggiore di rifiutare la droga e tenersene lontano. Se una persona ha già iniziato ad abusare di alcol o di qualsiasi altra sostanza, smettere o persino solo ridurre le dosi potrebbe essere molto difficile. I giovani spesso mantengono segrete le loro abitudini di abuso dalla famiglia e dalla scuola, e persino dai loro amici, quindi coloro che li circondano potrebbero non essere nemmeno a conoscenza della loro situazione fino a quando non ne sono fortemente dipendenti e i sintomi, fisici e mentali, diventano del tutto evidenti. Questo è il motivo per cui un giovane può cambiare amicizie all'improvviso. Se, ad esempio, un giovane frequenta attivamente una società sportiva, e poi gradualmente inizia a uscire con persone dalla salute malferma, comincia a vestirsi in modo diverso o strano e non si prende cura di se stessi come prima, ci sono buone probabilità che abbia iniziato ad abusare di droghe o alcool. È normale che il nuovo tossicodipendente cerchi la compagnia di altre persone che stanno anche loro abusando delle stesse sostanze. “Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o abuso di alcool. Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/