Continua il trend positivo delle immatricolazioni e del noleggio di veicoli commerciali e industriali in Italia: segno che il Paese è sulla strada della ripresa? Il 2017 dovrebbe essere un anno spa...

L'Italia si rimette al lavoro anche con i mezzi

Lavoro postato da avargiu || 4 anni fa

Continua il trend positivo delle immatricolazioni e del noleggio di veicoli commerciali e industriali in Italia: segno che il Paese è sulla strada della ripresa?

Il 2017 dovrebbe essere un anno spartiacque sul fronte economico: secondo gli analisti, è proprio nei prossimi mesi che si potrebbe invertire la rotta e imboccare la ripresa a livello globale, ma l'Italia sembra ancora zoppicare. Le ultime stime di Confindustria infatti parlano di un andamento piuttosto lento per l'economia nazionale, con un livello del Pil che sale a ritmi ancora poco decisi nel primo trimestre, confermano il +0,2% congiunturale del quarto trimestre 2016.

Mezzi col segno più

Eppure, allargando lo sguardo ai vari settori produttivi, non si può non notare un certo dinamismo sul fronte dell'industria automobilistica e, in particolare, su quel segmento specifico rappresentato da autocarri, rimorchi e, più in generale, dai veicoli che assistono le attività lavorative anche di tipo quotidiano. Come confermato dalle ultime analisi effettuate da Anfia e Acea, infatti, anche nei primi mesi del 2017 continuano a salire i numeri di questo comparto.

Salgono le immatricolazioni

Nel dettaglio, l'ultimo report di Anfia (la Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) svela che soltanto nel mese di febbraio 2017 sono stati rilasciati 1.911 libretti di circolazione di nuovi autocarri e 1.199 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti; guardando al primo bimestre 2017, i libretti di circolazione nuovi immessi sono il 37,5% in più rispetto allo stesso anno, nonostante un giorno lavorativo in meno (il febbraio 2016 era bisestile).

Semplificare le operazioni

L'analisi dell'associazione sottolinea come il settore dei veicoli per il trasporto merci abbia vissuto una fase di ripresa nel 2016, e la strada avviata nel 2017 sembra trarre ulteriori benefici dalla conferma del superammortamento al 140% per i beni strumentali d’impresa e dalle risorse stanziate con il decreto per gli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto, disponibili fino alla fine di questo mese di aprile. Oltre al dato sulle nuove immatricolazioni, poi, continua a crescere anche l'apporto del noleggio, grazie anche ai canali digitali come il sito web giffinoleggi.com, che consente di semplificare tutte le procedure necessarie ad esempio al noleggio di furgoni frigo o di altri mezzi specifici per la propria attività.

Sguardo all'Europa

I dati col segno più dell'Italia sono anche migliori rispetto alla media europea: come si rivela infatti dal report di Acea, l’associazione dei costruttori del Vecchio Continente, le immatricolazioni in Europa sono salite a febbraio del 2,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, ma l'Italia invece registra un incremento dell’11,4%; anche in questo caso, si individua nei provvedimenti legislativi in vigore il sostegno alla crescita del mercato dei veicoli adibiti al trasporto merci, portando al rinnovo di una parte del parco circolante.

Le performance della top five

A livello continentale, però, la performance migliore è stata quella della Spagna, che è cresciuta del 12,8% su base annua; l'Italia si piazza in seconda posizione, mentre a completare il podio c'è la Francia, con un incremento più contenuto, pari al 3,5%; in controtendenza, tra i cinque principali mercati europei, ci sono invece Germania e Regno Unito, che nel mese di febbraio hanno ottenuto risultati col segno meno (per la precisione, -0,3% in Germania e -2,6% oltre la Manica).