È in libreria per l'editore Giovane Holden una nuova appassionante storia: il retelling mitologico del mito di Persefone, scritto da Sebastian Ruggiero

"Intrigo sull'Olimpo", il romanzo d'esordio di Ruggiero che riflette sulla modernità attraverso il passato più remoto

Letteratura postato da Granata Michela || 7 mesi fa

L’antica e celeberrima leggenda del mito di Persefone narra che mentre la giovane e bellissima fanciulla andava raccogliendo dei gigli in un campo, una voragine spaccò in due la terra sotto i suoi piedi, finché Ade, il dio dell’Averno infernale, innamoratosene senza possibilità di rifiuto, la trascinò nel suo mondo. Leggendola così, da subito colpisce l’attualità e la potenza di un racconta ambientato secoli fa che al lettore non smette di parlare ancora oggi, purtroppo. In “Intrigo sull’Olimpo”, opera narrativa che segna l’esordio dello scrittore sardo Sebastian Ruggiero – in libreria per la Giovane Holden Edizioni –, a far da protagonista è proprio la classica leggenda del Ratto di Proserpina, ovvero il rapimento dell’unica figlia di Demetra – dea della terra e del raccolto – il quale culto incontra maggiore diffusione soprattutto nei territori della Sicilia e di Eleusi, nell’Attica Occidentale. La sparizione di Persefone però non può che dare vita a una serie di eventi legati l’uno all’altro: sua madre Demetra prova a cercarla in lungo in largo, ma infine, delusa di non riuscire a portarla a casa, decide di infliggere a tutti una punizione esemplare, privando gli abitanti e le divinità ataviche dei preziosi doni della natura, del grano e del raccolto. Demetra è disposta a tutto pur di mettere in salvo sua figlia, è un esempio di forza e determinazione, di perseveranza contro le avversità. Il suo personaggio, inoltre, risulta ben riuscito anche grazie alla sovrapposizione con Hera – moglie di Zeus e responsabile di un celato sotterfugio che il lettore apprenderà solo procedendo con la lettura del romanzo. Hera è l’esatto opposto di Demetra: intanto per quella oscura capacità di dare di sé un’immagine totalmente distante da quella che realmente le corrisponde. All’apparenza è mansueta, si presta senza esitazioni ad aiutare Demetra, ma ciò con cui il lettore dovrà fare i conti è la scoperta delle sue menzogne, delle macchinazioni che è sempre pronta a mettere in atto, supportata da una bellezza e un fascino a cui l’intero Olimpo difficilmente saprebbe resistere. “Intrigo sull’Olimpo” è un romanzo perfetto per tutte le età: la storia, per il suo carattere universale – e per certo anche per lo stile adottato da Ruggiero – non può che attirare a sé tanto gli adulti quanto i lettori più giovani. Attraverso un linguaggio formale e letterario, un sapiente utilizzo di metafore e figure retoriche ricorrenti, per la sua semplicità narrativa e compositiva “Intrigo sull’Olimpo” si accosta alle letture d’intrattenimento ma senza rinunciare all’eleganza e all’aurea propria del mito. Per questo “Intrigo sull’Olimpo” potrebbe essere il regalo perfetto da acquistare all’ultimo momento: perché è una storia attuale che appassiona il lettore facendogli sì trascorrere qualche ora di puro intrattenimento letterario, ma senza che per questo vengano penalizzate la caratura morale e stilistica del racconto.