Il poliedrico artista Matteo Fieno è stato intervistato a seguito della sua ultima mostra a Roma e dell'imminente partecipazione alla collettiva "ProBiennale" che si terrà a Maggio, a Venezia, in concomitanza...

Cultura e Società postato da elenagollini || 2 anni fa

Il poliedrico artista Matteo Fieno è stato intervistato a seguito della sua ultima mostra a Roma e dell'imminente partecipazione alla collettiva "ProBiennale" che si terrà a Maggio, a Venezia, in concomitanza con la storica Biennale.

 

D: Di recente hai esposto in zona Roma; dove si è svolta la mostra intitolata "Human contacts" e quali opere hai scelto di proporre?

R: Ho esposto "Mia" e "Margot" alla galleria Ess&rre di Ostia Lido nella speranza di evocare un lato intimo dell'essere umano e offrire una mia interpretazione del tema della mostra.

 

D: A maggio porterai due opere in mostra collettiva "ProBiennale"; nell'occasione verrà festeggiato il compleanno del noto critico Vittorio Sgarbi. Quali commenti vorresti riservasse alle tue due creazioni esposte? Cosa pensi di lui come esperto di settore?

R: Spero mi riservi dei commenti positivi ma soprattutto mi possa dare dei consigli illuminanti. Penso che sia uno dei massimi esperti del settore, sia per un giudizio critico molto evoluto e raffinato sia per la sua capacità di raccontare l'arte con una sua dialettica personale che non finisce mai di appassionare.

 

D: La mostra di Venezia si svolge in concomitanza con la storica Biennale di Venezia; come valuti questa prestigiosa manifestazione di portata internazionale?

R: Per me la Biennale è uno degli eventi più affascinanti del panorama internazionale per via della sua capacità di creare atmosfere magiche che ti fanno navigare in mondi paralleli, senza contare che mi fa venire i brividi pensare a tutti i grandi artisti che ne hanno fatto parte in passato.

Fonte: http://www.elenagolliniartblogger.com/2019/04/17/intervista-larte-matteo-fieno-mostra-roma-venezia/