L’elasticità del lattice per supportare il risposo notturno

Medicina e Salute postato da grace_opt || 8 anni fa

L’estate sta arrivando e i primi caldi iniziano a infastidire chi ha il sonno più difficile: spesso un materasso che non disperde correttamente il calore e non sostiene nel modo giusto la schiena crea un doppio svantaggio. Da un lato, un ambiente troppo caldo e umido rischia di rendere il riposo notturno molto difficoltoso. Inoltre, un materasso troppo morbido crea dolori alla schiena e amplifica la sensazione di cercare di prendere sonno in un ambiente “soffocante”. Anche un materasso troppo duro è inefficace, perché costringe il corpo in una posizione non idonea.

Un’ottima soluzione adatta è senza dubbio cambiare il proprio supporto, scegliendo un materasso in lattice: è molto più adatto perché la particolare consistenza del materiale aiuta a dormire meglio. Potrete valutarne una vasta gamma di qualità eccellente sull’e-shop Riposiamo.com, una vera boutique del riposo, con tante descrizioni dettagliate e consigli per scegliere il supporto più adatto alle proprie esigenze.

Il lattice è un materiale con incredibili doti di elasticità e ben si adatta alle curvature naturali del corpo, sostenendolo in maniera perfetta durante la notte.

È scientificamente provato che muoversi molto durante il sonno a causa della scomodità del materassi causa continui micro-risvegli che inficiano la qualità del risposo; al contrario, avere un supporto che ci “culli” e accolga in modo perfetto fa sì che il sonno sia meno frammentato e più riposante.

Inoltre, i materassi in lattice disponibili su Riposiamo.com hanno una particolare struttura con 7 zone differenziate, per sostenere in maniera diversa ogni parte del corpo. Il rivestimento può essere termoregolatore, antimicrobico e all’aloe vera.

Tutti i materassi hanno anche importanti certificazioni, come OEKO TEX STANDARD 100: si tratta di un sistema di controllo che tutto il mondo tessile deve rispettare, per garantire sicurezza e qualità, dalla materia prima al prodotto lavorato. 

Per un sonno davvero ristoratore… e personalizzato!

Fonte: http://www.riposiamo.com/