Gli scienziati non si sono tirati indietro nel campo della medicina, alla continua ricerca di una cura per le malattie che affliggono la popolazione. È così che un gruppo di ricercatori ha scoperto...

È così che gli armadilli hanno rivelato che il batterio della lebbra è in grado di rigenerare gli organi

Attualità postato da dagata || 16 giorni fa

Gli scienziati non si sono tirati indietro nel campo della medicina, alla continua ricerca di una cura per le malattie che affliggono la popolazione. È così che un gruppo di ricercatori ha scoperto importanti progressi scientifici intorno al batterio che causa la lebbra. Secondo l' Organizzazione Panamericana della Sanità, la lebbra è una malattia infettiva causata dal Mycobacterium leprae, chiamato anche bacillo di Hansen. Il periodo medio di incubazione di questo batterio è molto lento, impiegando fino a 5 anni dal momento in cui una persona viene infettata, fino alla comparsa dei primi sintomi; che consistono in macchie chiare o scure, nonché noduli cutanei che generano lesioni e perdita di sensibilità nella zona interessata. Se non trattata tempestivamente (con il passare del tempo), la sintomatologia peggiora, presentando postumi progressivi e permanenti, che comprendono deformità, mutilazioni e ridotta mobilità degli arti, fino alla cecità. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, in Argentina, Colombia, Cuba, Messico, Paraguay, Repubblica Dominicana, Venezuela e Brasile si sono verificati casi di lebbra che ammontano a più di 100 infezioni all'anno. I ricercatori dell'Università di Edimburgo, hanno pubblicato sulla rivista Cell Reports Medicine uno studio, dimostrando che il batterio che causa la lebbra potrebbe avere la risposta per riparare e rigenerare in sicurezza il corpo. L'esperimento è stato condotto con armadilli, animali che, come gli esseri umani, possono essere infettati dal Mycobacterium leprae e contrarre la lebbra. I risultati della ricerca hanno rivelato la notevole capacità del batterio di quasi raddoppiare le dimensioni dei fegati sani in crescita."Ma il batterio che lo causa, Mycobacterium leprae , ha altre proprietà insolite, inclusa la capacità di eseguire 'alchimie biologiche' - trasformando un tipo di tessuto corporeo in un altro", commenta la BBC . Lo studio ha mostrato come l'infezione sia diretta al fegato degli armadilli e lì compia una riprogrammazione dell'organo, in modo da raddoppiarne le dimensioni e avere più tessuto da infettare. Tuttavia, Anura Rambukkana, del centro per la medicina rigenerativa dell'Università di Edimburgo, ha dichiarato alla BBC che il risultato della ricerca "è stato totalmente inaspettato".Gli scienziati si aspettavano che la crescita delle cellule del fegato fosse difettosa o cancerosa, ma si è rivelato essere il contrario. L'organo era in perfette condizioni, sano e funzionante, evidenziando che attualmente non esiste una terapia cellulare che possa farlo. Questa procedura è stata addirittura considerata come "alchimia biologica", perché non solo le dimensioni di questo organo vengono rigenerate e raddoppiate, ma anche i batteri che causano la lebbra riescono a produrre cellule da stadi precedenti all'età degli animali. Indagando il DNA delle cellule, i ricercatori hanno scoperto immagini simili a quelle di animali giovani, anche se questa crescita cellulare proveniva da un feto (periodo in cui il fegato è in formazione). "I batteri della lebbra usano percorsi alternativi e richiedono tempo per rigenerarsi, quindi è un processo naturale ", ha detto Rambukkana alla BBC. Tuttavia, questo studio, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non è stato ancora applicato all'uomo, né è noto il meccanismo d'azione dei batteri, quindi c'è ancora molta strada da fare, ma, senza dubbio, questo potrebbe avvicinare l'uomo alla comprensione e al sapere come eseguire la rigenerazione d'organo per i pazienti trapiantati in lista d'attesa.