Un weekend di divertimento puro legato alla due ruote. Campioni di ieri e di oggi, strada e fuoristrada, e il CT Pontoni a ‘sorvegliare’

Sport postato da UfficioStampaNewspower || 27 giorni fa

Il tempo, lo dicono i siti meteo, sta virando al bello per il prossimo fine settimana nell’Oltrepò Pavese. Così appassionati attivi di tutte le categorie e spettatori attirati dal mondo del ciclismo domenica potranno gustarsi lo spettacolo del Campionato Italiano Gravel, sul circuito di 41,9 km che dall’affascinante borgo di Golferenzo va a toccare altri otto comuni limitrofi ovvero Rovescala, San Damiano al Colle, Bosnasco, Zenevredo, Stradella, Montù Beccaria, Montescano e Santa Maria della Versa. Il tracciato è composto da un misto di asfalto (poco), sterrati come richiede il Gravel e non poche carrarecce che tagliano i rigogliosi vigneti che producono gli apprezzati vini dell’Oltrepò, in un susseguirsi di viste mozzafiato. Sarà una grande festa come voluto dal presidente del comitato organizzatore Emanuele Bombini, proposta dal Comitato Eventi Sportivi Oltrepò e dalla Scuola di ciclismo Il Branco, un evento che da sabato si prolunga fino a lunedì quando nel Pavese transiterà il Tour de France. Splendida opportunità per gli appassionati delle due ruote per approfittare della professionale ospitalità e dell’eccellente offerta enogastronomica dell’Oltrepò Pavese. Ma di ciclismo si parlerà soprattutto domenica. In gara elite, con alcuni pro, U23, ma anche master di tutte le categorie sia al maschile che al femminile, su un tracciato che non perdona. Chi l’ha provato non ha dubbi, ad ogni giro ci sono 745 metri di dislivello da affrontare, con ben tre giri per gli elite, due per donne e master e solo uno per i master8. Un mix di strada e fuoristrada da vero Gravel, in cui le due scuole delle ruote lisce e artigliate si affrontano per determinare, per la terza volta, i campioni tricolori di una disciplina giovane che pare inventata apposta per il territorio pavese. Golferenzo col suo noto “Borgo dei Gatti” terrà a battesimo l’evento che pare (ma patron Bombini non si sbilancia) non sia fine a se stesso o privo di futuro. L’unica ‘preoccupazione’ sembra sia il numero degli iscritti che sta salendo di giorno in giorno, oggi sono quasi 300: “non mi aspettavo così tanti concorrenti per una gara Gravel, il percorso li regge bene – dice Bombini – ma essendo una prova tricolore è molto impegnativa. Il tempo massimo sul giro eviterà sorpassi difficili degli elite sui master, ma questa gara sarà da incorniciare”. Gran lavoro negli ultimi giorni per sistemare al meglio le carrarecce interessate dalle piogge e con l’erba che cresce rapida. I pronostici si fanno difficili, c’è un nome che spicca su tutti, quello di Daniel Oss, ex pro su strada con due ori e due argenti mondiali (crono a squadre), ma soprattutto un argento mondiale nel Gravel. A contendergli il podio anche il primo campione italiano Gravel, Samuele Zoccarato in gara con i compagni di squadra Luca Colnaghi e Filippo Turconi (VF Group Bardiani CSF Faizanè), annunciato pure il bresciano Nicola Loda, ex-professionista con 7 vittorie. Poi ci sono bikers come Daniele Mensi, l’eclettico Pietro Dutto (FFOO), figli d’arte come Kevin Pezzo Rosola e tanti, tantissimi outsiders. Gara frizzante anche al femminile. Giada Borghesi, campionessa uscente, si troverà in griglia la plurititolata Eva Lechner e le altre bikers Piana, Mazzucotelli, Incristi, Prati e Zocca. C’è un altro nome che inorgoglisce gli organizzatori, quello di Silvano Janes, un master inossidabile che in carriera ha collezionato undici maglie iridate, cinque continentali e quarantotto tricolori fra strada e mtb. A ‘curiosare’ ci sarà anche il CT della nazionale Daniele Pontoni, che il tracciato l’ha già testato: “discese tecniche, salite dure, asfalto, sterrato, ma anche panorami mozzafiato e passaggi dal borgo medievale: non manca nulla. La Gravel ora sembra una ‘moda’, ma è qui per rimanere e potrà fare tanto bene sia allo sport agonistico che al turismo”. Il Campionato Italiano Gravel scatterà domenica alle 10 da Golferenzo, i concorrenti affronteranno un primo km “zero” in salita per poi imboccare una lunga e veloce discesa prima di inoltrarsi nell’offroad, con i migliori elite attesi al traguardo verso le 13.30. Ma come detto si comincerà già sabato, in Piazza Garibaldi a Broni con “Vecchio Cane Sa-und”, il duo musicale dei cronisti sportivi Riccardo Magrini e Luca Gregorio ad animare la serata, durante la quale verranno premiate le vetrine più belle allestite in vista del passaggio della Grand Boucle. Domenica in area partenza e arrivo a Golferenzo si esibirà l’eclettico equilibrista su due ruote, nonché inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti, mentre per chiudere in bellezza (ore 21.30) al teatro Garavani di Voghera serata con Giuseppe Saronni, Daniel Oss ed Emanuele Bombini che si racconteranno a ruota libera e con l’intervento dei telecronisti di Eurosport Riccardo Magrini e Luca Gregorio. E chi pensa che il Campionato Italiano Gravel di Golferenzo sia tutto qui, si sbaglia. Il prossimo weekend di domenica 30 giugno regalerà momenti indimenticabili, sarebbe un peccato non esserci. Info: www. eventisportivioltrepo.it

Fonte: https://www.newspower.it/comunicati/CampionatoItalianoGravel_Golferenzo/comunicati/2024/comu8_25giu.rtf