Era il 29 dicembre quando le contee di Sisak e Moslavina sono state colpite dal terremoto che ha distrutti circa 7000 edifici della zona.

Croazia: Continuano gli aiuti da Padova e dall’Italia per la ripresa delle popolazioni colpite dal terremoto

Cultura e Società postato da notiziepubblichepadova || 18 giorni fa

Era il 29 dicembre quando le contee di Sisak e Moslavina sono state colpite dal terremoto che ha distrutti circa 7000 edifici della zona. Recentemente, in alcune zone rurali, dove vivono parecchie famiglie che attingono l’acqua dai pozzi, si è aggiunto il problema della mancanza d’acqua. Son rimaste senza l’acqua, dopo che le ultime scosse di assestamento hanno creato danni alla falda acquifera sottostante. Un elemento in più che si è aggiunto alle provviste che le autorità e volontari locali stanno consegnando. Ora siamo al momento della ripresa, e considerando che la zona rientra tra le aree più depresse del paese, dopo gli orrori della guerra di cui è stata teatro negli anni ’90; è necessario aiutare la comunità con beni di prima necessità e, cosa più importante, con sementi ed attrezzi per la realizzazione degli orti o dei campi e di materiale per le ricostruzioni richiesti per la ripartenza. I ministri volontari di Scientology, che si son presi a cuore la situazione, hanno previsto di realizzare una 5° spedizione per il 23 aprile e stanno raccogliendo beni di prima necessità. ECCO CIÒ CHE È STATO RICHIESTO AI VOLONTARI IN QUESTO PERIODO: UNA BETONIERA ELETTRICA, GUANTI DA LAVORO, VESTITI DA LAVORO E SCARPE, SEMI PER LA SEMINA DI ORTAGGI COME ZUCCHINE, POMODORI, CETRIOLI, ECC… , PICCOLI STRUMENTI MANUALI, AD ESEMPIO RASTRELLI, ZAPPE, PICCONI ED ALTRI STRUMENTI DI GIARDINAGGIO. Per quanto riguarda il cibo a lunga conservazione invece servirebbe OLIO, CIBO IN SCATOLA e RISO. “Fortunatamente è iniziata la bella stazione e le persone sentono la voglia di rinascere. Sebbene molti vivano nelle strutture d’emergenza, la terra rappresenta una fonte di sostentamento e di potenziale futuro, mentre contano di darsi da fare anche per ripristinare le case meno danneggiate. E noi contiamo di aiutare – dice Ettore Botter responsabile dell’organizzazione umanitaria dei Ministri Volontari di Scientology prossimi alla 5° spedizione. “Sarà anche un ulteriore occasione per collaborazione con enti e autorità locali, come il Vicesindaco di Glina Branka Baksic, il primo cittadino di Gvozd Milan Vrga e al sig. Predrag Mraovic di Vrginmost, presidente della ONG Suncroket, che sin dai primi istanti del terremoto si occupa di aiutare le famiglie e offre ospitalità ai Volontari di Scientology localmente. Per informazioni contattare Ettore Botter al 348 3332499