In 17 studi che hanno coinvolto una serie di gruppi di individui, si è scoperto che la bici elettrica ha fornito un'attività fisica di intensità almeno moderata, inferiore all'intensità suscitata d...

Chi trae vantaggio dalle e-bike?

Attualità postato da Quentin || 1 anno fa

In 17 studi che hanno coinvolto una serie di gruppi di individui, si è scoperto che la bici elettrica ha fornito un'attività fisica di intensità almeno moderata, inferiore all'intensità suscitata durante il ciclismo convenzionale, ma superiore a quella durante la camminata. L'e-cycling può quindi contribuire a soddisfare le raccomandazioni sull'attività fisica e ad aumentare la forma fisica. Per le persone con condizioni di salute come l'obesità o il diabete di tipo 2, che possono trarre particolare beneficio dall'attività fisica ma spesso trovano difficoltà, l'e-cycling può essere un modo importante per diventare più regolarmente attivi. La ricerca mostra che i tassi di pendolarismo attivo nei gruppi presi in considerazione sono bassi: solo il 5,5% per quelli con diabete di tipo 2. In risposta a questa statistica, si è condotto il primo studio di fattibilità per esplorare se l'e-cycling fosse accettabile e potesse potenzialmente migliorare la salute delle persone con questa condizione. Sono state reclutate 20 persone con diabete di tipo 2 per utilizzare una e-bike per 20 settimane. Si è scoperto che i partecipanti si sono divertiti a usare le e-bike, pedalando in media 21 km a settimana. La loro frequenza cardiaca durante i viaggi è stata il 74,7% del massimo, rispetto al 64,3% del massimo durante la camminata, un livello sufficiente per generare miglioramenti nella forma fisica. Questo è paragonabile ai cambiamenti osservati quando individui sani inattivi adottano il ciclismo convenzionale. Il futuro delle e-bike Ora c'è un crescente interesse per il potenziale delle e-bike come strumento utilizzato da altre persone a cui è raccomandata una maggiore attività fisica ma che trovano difficile il raggiungimento dell’obiettivo, come quelle che si stanno riprendendo dal cancro. Possiamo vedere un futuro in cui i medici potrebbero prescrivere l'e-cycling ai pazienti, con la possibilità di acquistare biciclette a costi ridotti o di distribuire i pagamenti. Sebbene sia stato un anno difficile, potrebbe esserci un piccolo rivestimento d'argento nella pandemia. Con meno pendolari e meno viaggi motorizzati in generale, la pandemia ha determinato un cambiamento nel comportamento dell'attività fisica e ha aumentato la consapevolezza della congestione del traffico e dell'inquinamento atmosferico. Con molti di noi che esplorano o riscoprono modi per essere attivi all'aperto e ridurre il trasporto motorizzato, il futuro è luminoso per l'e-cycling. Con lo sviluppo di batterie più piccole ed efficienti, le e-bike diventeranno più leggere e avranno una maggiore autonomia di viaggio e diventeranno una vista comune sulle nostre strade. I fornitori di e-bike spesso si riferiscono al sorriso delle e-bike: lo sguardo di gioia sul viso delle persone quando ne provano una per la prima volta. Cerca di ricordare come ci si è sentiti quando un genitore ha tenuto la parte posteriore della sella della tua bici e ti ha spintonato: la sensazione è molto simile. Se non hai ancora provato una e-bike, ti invitiamo a farlo. Sono molto divertenti, renderanno la salute molto più facile e potresti avere una ragione per guardare indietro a qualcosa di positivo dal 2020.