I trafficanti albanesi insacchettavano la droga decorandola con le immagini del noto personaggio degli anime giapponesi.

Cultura e Società postato da comunicatifirenze || 2 mesi fa

Un sequestro di dimensioni incredibili è stato quello messo a segno dalla polizia di Rimini a inizio dicembre: 275 chili di droga: hashish e marjuana proveniente dall’Albania. E alla vigilia di Natale altro mega sequestro nell’hinterland milanese: 221 chili sempre tra hashish e marijuana. Cosa lega questi due episodi? Un notissimo personaggio degli anime giapponesi, Goku, il protagonista di Dragon Ball. Il potentissimo eroe “Sayan” era infatti rappresentato sulle buste in plastica dell’hashish sequestrato in entrambi i luoghi. In entrambi casi erano coinvolti dei cittadini albanesi, fatto che non desta stupore dato che la maggior parte della droga che arriva in Italia proviene da due nazioni: Olanda e Albania. L’hashish, derivato dalla cannabis, è più pericoloso della marijuana. È una sostanza concentrata, ed è possibile andare in overdose con conseguenze pesanti: nausea intensa, vomito, vertigini, significativa perdita di coordinazione motoria., aumento del battito cardiaco e della pressione sanguigna e rischio di problemi cardiovascolari (ad es. attacco di cuore), ansia, attacchi di panico, confusione e senso di perdita di controllo, depressione. Inoltre il THC (contenuto anche nella marijuana, ma a concentrazioni inferiori) causa problemi di memoria e concentrazione. Si può morire di hashish? Certamente sì, anche se i numeri non sono quelli dell’eroina o di altre droghe. Le statistiche rilevate negli USA ci dicono che l’avvelenamento fatale da cannabis (marijuana e hashish in sostanza) sono in costante aumento: da 36 morti nel 1999 si è passati a 287 decessi nel 201 (fonte CDC – il ministero della salute USA). “Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. Un giovane informato si rifiuterà anche di assumere gli psicofarmaci, in quanto sarà al corrente che si tratta di droghe, altrettanto dannose come quelle spacciate in strada. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali. La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” Giovanni Trambusti “Un Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Fonte: https://www.noalladroga.it/