Un comune detto recita “il mondo è bello perché è vario”, e rispecchia indubbiamente una verità che fortunatamente continua a non cambiare. Pensate che noia e che monotonia se tutti fossero...

vincere la timidezza

postato da MiaPua il 25/07/2012
Categoria: Internet - tags: vincere la timidezza

Un comune detto recita “il mondo è bello perché è vario”, e rispecchia indubbiamente una verità che fortunatamente continua a non cambiare. Pensate che noia e che monotonia se tutti fossero uguali, la pensassero allo stesso modo, avessero stile e modo di parlare simili. C’è chi è più affabile ed estroverso, e c’è chi invece è più riservato e timido. Quest’ultima caratteristica è quello su cui vogliamo soffermarci: la timidezza.

Considerata nella maggior parte dei casi come una caratteristica negativa, anch’essa può avere peculiarità positive e, conoscendole, si può far sì da vincere la timidezza. Timidi ci si nasce: bocca asciutta, mani tremolanti e sudate, parole confuse e dette in modo impacciato, il cuore che batte all’impazzata, vampata di calore, queste sono solo le principali manifestazioni di una persona timida che cerca di relazionarsi con qualcun altro.

Questo non significa però che a vita bisogna essere introversi e a volte insicuri: vincere la timidezza è il primo passo verso la consapevolezza di se stessi e il relativo miglioramento.

Premettendo che la timidezza maschile, molto più frequente, è diversa da quella femminile perché colpisce sfere differenti, possiamo elencare i contesti in cui la timidezza può essere un problema ma allo stesso tempo può essere combattuta:

  • Bagni pubblici;
  • Eventi o occasioni in cui si ha a che fare con gente nuova ed estranea;
  • Rivestire ruoli insoliti, come a teatro, per Carnevale, a lavoro in una riunione.

Vincere la timidezza in questi casi non è altro che un’acquisizione di maggiore fiducia in sé stessi , che implica innanzitutto un’accettazione della propria persona evidenziando tutti i punti di forza e lasciando dietro quelli di debolezza spesso auto-creati; una continua sfida contro quelli che sono ritenuti “gli ostacoli insormontabili” che quotidianamente incontriamo, che sia a lavoro che nel campo affettivo; in ogni sfida che si intraprende andare per gradi e anche se si evidenzieranno degli errori saranno utili per cercare di non ripeterli più; non pensare di essere sempre al centro dell’attenzione poiché quando sembra che tutti ci stiano guardando, in realtà non abbiamo nessuno che ci presta particolare attenzione; l’aspetto fisico non fa che da contorno in questo contesto e non necessariamente deve rispecchiare i tipici canoni; e infine ridere, ridere di sé stessi, delle avversità e della vita perché sicuramente renderà ogni giorno più semplice e piacevole!

Con questo piccolo focus non sarà difficile capire come vincere la timidezza ed essere una persona nuova abbandono i vecchi schemi e la vecchia routine!

Mia

Ufficio Stampa

PUATraining Italia Ltd

www.puatraining.it  

Europe's Biggest Seduction Company