“Credo che non ci sia mai stata in un paese occidentale una situazione gestita in questo modo da parte dello Stato e del Governo”Silvio Berlusconi a Porta a Porta, 5 maggio Si è parlato...

Verità e Menzogne sul terremoto dell'Aquila - I parte - aggiornata al 3 settembre 2009

postato da umbriaweb il 07/09/2009
Categoria: Italia - tags: aquila + berlusconi + terremoto
“Credo che non ci sia mai stata in un paese occidentale una situazione gestita in questo modo da parte dello Stato e del Governo”
Silvio Berlusconi a Porta a Porta, 5 maggio

Si è parlato tanto di federalismo, più poteri alle regioni,ma diversamente da come è avvenuto per Umbria e Marche, in barba al decentramento, il Governo depotenzia e scavalca gli enti locali anche per la ricostruzione delle infrastrutture…CI SONO LE ELEZIONI EUROPEE…BISOGNA ANCHE FARE CAMPAGNA ELETTORALE…QUINDI CI PENSA IL GOVERNO A RISOLVERE TUTTO….IL GOVERNO DEL FARE !
Gia, ma FARE QUANDO ?
FARE PRIMA O FARE DOPO ?
O FARE POCO ma facendo sembrare di fare tanto ?


Ma questo Governo, quelli precedenti e le altre istituzioni quanto hanno fatto per evitare la tragedia ?
Apriamo gli occhi..

Premetto che non mi piacciono molto i giri di parole, sarò stretto e conciso, a volte mi limiterò al semplice copia e incolla, ma documenterò tutto ciò che scrivo, anche perché c’è talmente tanto da scrivere che ci vorrebbe un libro. per approfondire cliccate sui link.

1. Terremoto dell’Aquila o Terremoto d’Abruzzo ?
Cosa cambia?
Chiamarlo terremoto D’Abruzzo piuttosto che terremoto dell’Aquila ce lo fa sembrare ancora più catastrofico di quello che è effettivamente stato, meno inevitabile, totalmente imprevedibile, contribuisce a dare quel senso di impotenza di fronte alla forza della natura, all’imprevedibilità. Più un evento è su larga scala, e più “diminuiscono” le eventuali colpe dell’uomo, che di colpe come vedremo ne ha tante… E stata una catastrofe, ma abbastanza circoscritta per fortuna, ma è stata una catastrofe annunciata, i cui danni potevano essere molti più contenuti.

2. La Prevenzione - LE MAPPE SISMICHE FALSATE
Prevenzione = disposizione d'animo ostile verso qualcuno o qualcosa che ancora non si conosce bene. Non si sa quando arriva un terremoto, quindi bisogna essere pronti in ogni momento .
E bisogna costruire sapendo che prima o poi arriverà un terremoto, a L’Aquila non è stato fatto così! L’Aquila è stata devastata numerose volte in passato, ma era catalogata come zona sismica con RISCHIO 2 (provvedimento nr. 3274/2003 firmato da Silvio Berlusconi). La stessa classificazione è quella ha adottato anche la Protezione Civile. Nel 2006 una nuova ordinanza del Governo ripropone l’Aquila come Zona rischio 1 (il massimo), senza tuttavia obbligare la regione(giunta Del Turco) a modificare la precedente mappatura. E la regione puntualmente non lo fa.
L’aumento del grado di rischio sismico avrebbe comportato più costi per l’edilizia, più spese, più ferro, più cemento, maggiore rigore tecnico edilizio e vincoli più restrittivi (per esempio i palazzi non costruiti in cemento armato in una zona con rischio 1 non possono superare una certa altezza , per esempio 7 metri se in legno, ma anche un abbassamento dei prezzi per metro quadro degli appartamenti che non sono costruiti a norma.
L’intera zona si sarebbe deprezzata.

http://italianspot.wordpre ss.com/2009/04/16/terremot o-laquila-falsato-il-rischio-sismico-del-ingv-dalla-regione-abruzzo-nel-2006/
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/ecco-le-ferite-del-sisma/1639746?edizione=EdRegionale
IO INIZIO A CAPIRE COME MAI LA MAPPA SISMICA NON SIA STATA AGGIORNATA …E VOI ?

3. La Prevenzione - LA FAGLIA DI PAGANICA
Dall 1989 al 1992 un gruppo di ricercatori, Andrea D'Epifanio, Roberto Bagnaia e Stefano Sylos Labini si interessarò alla zona dell’aquilano. Pubblicarono sulla rivista «Quaternaria Nova» uno studio dedicato alla formazione dei terrazzi della provincia dell'Aquila, sostenendo che ci fosse una faglia lunga circa 15 km tra Paganica e San Demetrio ne’ Vestini. I tre sono convinti che sia attiva da almeno 200.000 anni: sua la responsabilità dei terremoti che hanno distrutto il capoluogo abruzzese nel 1461 e nel 1703. Ma lo studio dei tre giovani geologi viene accolto con freddezza e scetticismo. Per qualche mese gli studiosi discutono l'ipotesi suggerita da D'Epifanio e compagni, ma alla fine il verdetto è una bocciatura. La faglia di Paganica, se pure esiste, non mostrava segni di attività.
Secondo D'Epifanio la faglia di Paganica rappresentava l'elemento più critico che doveva essere tenuto sotto controllo con tutti i metodi disponibili, quindi qualcosa in piu a livello di prevenzione poteva essere fatto.
http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=17417&sez=HOME_INITALIA&npl=N&desc_sez
FORSE IL RICONOSCIMENTO DI QUESTA FAGLIA POTEVA AIUTARE NELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DELLA ZONA DELL’AQUILANO ?

4. La Prevenzione - COSTRUZIONE E MATERIALI DI MERDA
La procura de l’Aquila ha sequestrato molti frammenti di macerie per analizzarne il contenuto in ferro, cemento , sabbia e le rispettive qualità.
Dicono che c’erano staffe di ferro troppo lontane fra loro,sbarre lisce al posto di quelle ad aderenza migliorata, piloni portanti instabili, poca % di cemento nella struttura, pilastri più piccoli del dovuto…
Già Roberto Saviano in Gomorra scriveva : “So come è stata costruita mezza Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita, i progetti. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi e ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia… attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma… Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi…”
La sabbia del mare è molto più grezza e ricca di sali che corrodono il ferro, che già scarseggia....
Persino nei piloni autostradali mancavano i criteri antisismici…
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/04/14/rischiano-il-posto-400-sismologi-precari-con.html
Le verifiche effettuate dai periti nominati dai magistrati fanno scoprire che le colonne portanti della Casa dello Studente e dell'ospedale San Salvatore erano fabbricate con una quantità di ferro inferiore alla normativa
http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_12/inchiesta_crolli_sarzanini_be80fb3a-2729-11de-8b6f-00144f02aabc.shtml
Un architetto , che lavorava per la regione, è stato “messo in mobilità” in quanto la pensava diversamente su come intervenire sugli edifici. (Anno zero 9 aprile , minuto 80)
Le normative per costruire edifici antisismici esistono da tempo, BASTEREBBE APPLICARLE
http://www.corriere.it/cronache/speciali/2009/bravacasa/case-antisismiche-tecnologia-legge_8edfcf62-358b-11de-92cb-00144f02aabc.shtml

5. Un muratore al TG2: Ospedale costruito con POCO CEMENTO e POCO FERRO
Un muratore che ha lavorato durante la costruzione dell’ospedale confessa al tg2 che l’hanno costruito l’ospedale con TROPPA SABBIA e POCO CEMENTO (1,5-2% invece del 3%), l’impasto era troppo liquido, le travi trasversali furono costruite SENZA FERRO,”il signore comunicò il tutto al suo sindacato che rispose “acqua in bocca c’è la mafia di mezzo… “.
Servizio da prima pagina no?
Invece solo un titolo di coda del tg2 della sera del 20 maggio 2009
http://www.youtube.com/watch?v=W443_TbRTp8
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20814

6. LA CASA DELLO STUDENTE CROLLA MENTRE CI SONO 2 CASE PER STUDENTI NUOVE ANTISISMICHE E NON LESIONATE DAL SISMA CHE NON SONO MAI STATE UTILIZZATE …..ma perché? http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sisma-aquila-8/case-studente-vuote/case-studente-vuote.html
La risposta?
“non riusciamo a trovare chi possa gestire queste attività. E anche quando abbiamo individuato enti interessati a farlo, la trattativa si è arenata sulla vendita dell'immobile.”
E la casa dello studente crollata chi la gestiva, Babbo Natale ?
Non bastava “scambiarle “ ?
Ma..forse sono troppo stupido per capire certe cose….

7. La mappa con le crepe della casa dello studente
E stata trovata da un ragazzo tra le macerie una mappa del III piano della casa dello studente dove egli stesso ha annotato tutte le crepe che esistevano su muri e colonne prima della scossa del 6 aprile.!
Sulla mappa XXX ha segnato tutto ciò che ricordava. Ha indicato crepa su crepa, ognuna delle quali esisteva già prima delle 3.32 del 6 aprile, prima della scossa e della strage di ragazzi. «Colonna transennata» c’è scritto a penna in alto a sinistra. Per gli studenti quel pilastro portante era il tallone d’Achille del palazzo, denunciato chissà quante volte ai responsabili della Casa dello studente che però, interrogati dalla polizia, lo hanno negato. Nella stanza 307 viveva Roberta B., sul muro che confina con il bagno ha scritto «crepe». Come quelle della stanza 309, dove dormiva Elvira L.; oppure della 310 dove viveva Stefania C e della 311, la stanza di Giada B. Ricorda tutto, che in ogni stanza della piantina ha segnato il nome dello studente che la occupava e ha indicato dov’erano le lesioni alle pareti. Ed è anche semplice per gli investigatori e per i magistrati Alfredo Rossini e Fabio Picuti verificare se lo studente scampato alla morte ricorda bene oppure no, perché XXX ha segnato sulla piantina anche le crepe presenti nella parte della Casa dello studente rimasta in piedi, come quelle nelle stanza 302 e 305 del terzo piano, occupate rispettivamente da Marianna M. e Monica S.
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/una-piantina-prova-le-crepe/1635355/2?edizione=EdRegionale
Oltre alla mappa ci sono anche delle foto scattate dagli studenti una settimana prima del sisma

8. 1988, Simulazione sisma :"Questi edifici crolleranno"
Simularono un terremoto all'Aquila, annotarono danni e rimedi, protocollarono e chiusero tutto in un cassetto.
I risultati prevedevano il disastro del palazzo di Governo, della prefettura; annotavano l'urgenza di consolidare gli edifici scolastici e i centri storici, trappole mortali per centinaia di persone come è accaduto a Onna e all'Aquila; suggerivano di realizzare aree attrezzate con luce, acqua e fogne per gestire l'emergenza evitando i disagi di oggi visto che due settimane dopo il sisma ci sono ancora campi con poche stufe perché la corrente elettrica non basta, e con poche docce perché mancano portata dell'acqua e scarichi. "La simulazione prevedeva un terremoto di intensità tra 7 e 8 gradi della scala Mercalli, dunque più leggera di quella (nono grado) che ha squassato l'Aquila e la sua provincia. Si chiedeva di stanziare "fondi pubblici per il miglioramento delle condizioni strutturali degli edifici prevalentemente nei centri storici". Invece si è continuato a costruire sulle faglia informando il meno possibile, come è accaduto a Pettino: erano "i Parioli dell'Aquila", come li chiamavano gli abitanti ai quali fino al giorno prima del sisma sono stati venduti appartamenti da tremila euro al metro quadrato
http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sisma-aquila-9/relazione-esperto/relazione-esperto.html

9. La PREFETTURA era pericolante dal 2007 !
Il crollo della prefettura era stato annunciato un anno prima, la regione aveva incaricato una commissione per esaminare lo stato della Prefettura, risultato : grado di sicurezza prossimo allo zero, Infiltrazioni dal tetto dovute ad assenza di staticità, problemi alla copertura, gravi carenze di tenuta delle strutture portanti. Nel 2007 erano stati investiti quattrocentomila euro Ma l’edificio era sempre considerato a rischio, al punto da chiedere, lo scorso anno, «l’immediato trasferimento». http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_14/imarisio_prefettura_aquila_76f51060-28b6-11de-aa72-00144f02aabc.shtml

10. STUDIO DEL 2006 : 137 EDIFICI PUBBLICI A RISCHIO
La parola a Il Centro, quotidiano d’Abruzzo.
”ecco l'elenco dei 137 palazzi pubblici dell'Aquila con «criticità strutturali», molti dei quali erano fragili come cartapesta e sono stati rasi al suolo dalla scossa del 6 aprile. E' l'elenco del rischio previsto già dal 2006. La Regione lo ha oscurato sul proprio sito, il Centro lo ha recuperato, la procura lo acquisisce per l'inchiesta sull'allarme prima ignorato e poi insabbiato.”
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/laquila-ecco-la-lista-dei-crolli-annunciati-uno-studio-del-2006:-137-palazzi-a-rischio/1625527?edizione=EdRegionale
A voi i commenti…

11. Il sindaco dell’Aquila aveva chiesto lo stato di emergenza il 30 marzo!
Un telegramma urgente inviato dal sindaco de l’Aquila, destinatari: la presidenza del Consiglio dei ministri (dipartimento della Protezione civile), il governatore della Regione Gianni Chiodi, l'assessore regionale alla Protezione civile Daniela Stati e la Prefettura dell'Aquila. Inviato prima del terremoto.
“In relazione ai gravi e perduranti episodi di eventi sismici il cui inizio risale al 16 gennaio scorso, sotto forma di quotidiano sciame sismico di complessive 200 scosse e oltre, culminato con scossa di quarto grado il 30 marzo scorso, chiedesi urgente e congruo stanziamento di fondi per prime emergenze, nonché dichiarazione stato emergenza ai fini dell'effettuazione dei necessari interventi di ripristino idoneità degli edifici pubblici e privati. Inoltre, si segnalano in particolare gravissimi danni strutturali in due edifici scolastici ospitanti cinquecento alunni".
La scossa del 30 marzo scorso (con un quarto grado di magnitudo) aveva poi scatenato il panico in città con l'evacuazione di diversi uffici pubblici, oltre a lesioni gravi per migliaia di palazzi. Con una stima dei danni pari a 15 milioni di euro….
http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sisma-aquila-7/allarme-sindaco/allarme-sindaco.html

12. Giuliani : l’uomo che prevede i terremoti
La storia di Giampaolo Giuliani è disponibile su wikipedia, in breve Giuliani ed il suo staff dopo anni di ricerca sono arrivati alla conclusione che il radon sia il precursore sismisco. Il radon è un gas radioattivo presente nella crosta terrestre la cui fuoriuscita anomala per l’80% dei casi precede una forte scossa sismica.
Ci si può credere o no… ma i fatti sono questi:
Giuliani il 30 ottobre 2002 aveva allertato la protezione civile abruzzese dell’imminenza di un forte sisma in quanto c’erano valori anomali si radon, ma le sue ricerche erano all’inizio e non fu in grado di fornire indicazioni sul luogo…. Il 31 ottobre un terremoto di magnitudo 5.4 colpì il Molise con epicentro a San Giuliano di Puglia, causando 30 morti, tra cui molti bambini !
Nel marzo 2006 la storia controversa delle sue previsioni.
Il sindaco di Sulmona dice di aver ricevuto una chiamata da Giuliani nella quale Giuliani annunciava un forte terremoto per la fine del mese nella zona di Sulmona. Il 29 marzo ci fu una scossa di magnitudo 3.8 e Giuliani ha ricevuto un avviso di garanzia per procurato allarme dopo che il capo della protezione civile Guido Bertolaso ne aveva chiesto una "punizione esemplare".
Ma la versione di Giuliani è differente, lui nega di aver mai annunciato una scossa a Sulmona e sostiene che la notizia sia stata montata a regola d'arte per screditarlo.
http://www.byoblu.com/post/2009/04/15/Il-cacciatore-di-terremoti.aspx
Dopo l’avviso di garanzia ricevuto, la notte del 6 aprile,rilevando un aumento forte di radon non ha potuto avvisare nessuno, se non i familiari ed alcuni loro amici, che si sono messi in salvo.
La testimonianza è STEFANIA PACE, che ha rilasciato una videointervista al blog byoblu.com, in cui ringraziava apertamente Giampaolo Giuliani per averla avvisata ed aver cosi salvato la sua vita e quella dei suoi cari.
Quel video era stato inspiegabilmente bloccato da youtube salvo tornare disponibile diversi giorni dopo.. http://www.youtube.com/watch?v=GvQ2IRsBbGk&feature=channel_page

13. La MAGNITUDO della scossa
Si potrebbero giocare al lotto tutti i valori che sono stati associati a quella scossa : 5.3, 5.8, 5.9, 6.2, 6.3, 6.7, 7.1 richter.
Notizia Flash su repubblica subito dopo il sisma : Magnitudo 6.7!
http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/terremoto-nord-roma/terremoto-nord-roma/terremoto-nord-roma.html
Il valore MI=Magnitudo locale è correlato all'ampiezza di un sismogramma registrato
Il valore MW = Magnitudo Momento è il prodotto tra area di faglia, dislocazione e la resistenza delle rocce.
La magnitudo Richter è ancora in uso grazie alla rapidità con la quale viene calcolata, ma la magnitudo momento rappresenta la migliore stima della reale grandezza del terremoto.
Nei principali siti stranierii è riportata ovviamente la MW :
US Geological survey earthquake hazard program – MW= 6.3
http://earthquake.usgs.gov/eqcenter/eqinthenews/2009/us2009fcaf/
European-Mediterranean Seismological Centre – MW= 6.3
http://www.emsc-csem.org/index.php?page=home
In Italia invece...
L'INGV e tutti i media riportano come valore di riferimento la – MI=5.8
http://portale.ingv.it/primo-piano/archivio-primo-piano/notizie-2009/terremoto-6-aprile/copy_of_la-sequenza-sismica-dell-aquilano-aprile-2009/
ma nel catalogo dei terremoti italiano, quindi un dato ufficiale visto che è stato redatto dall’INGV, si fa solo riferimento alla magnitudo momento “MW”!!
http://emidius.mi.ingv.it/CPTI04/ricerca04.php
Perchè soltanto per il terremoto del 6 aprile scorso si fa questa evidente differenziazione sull’entità della magnitudo della scossa?
Non é proprio strano che si usi il parametro con valore assoluto più basso?
La parola a qualche esperto:
Paolo De Santis, presidente dell’Ordine degli ingegneri dell’Aquila:
«Il fatto è che se viene superata la magnitudo 6.0 cambiano le norme finanziarie per la ricostruzione e il contributo dello Stato passa dal 33% al 100%. Vogliamo sapere la verità»
http://www.ilcapoluogo.com/e107_plugins/content/content.php?content.15230
L’ingegner Maurizio Floris
«i dati sull’entità del sisma sono stati cambiati, penso volutamente e con raziocinio, per evitare il risarcimento del 100% che sarebbe stato dovuto in caso di sisma maggiore di 6 gradi Richter...» - - - - - [vedi punto 13bis]
http://www.youtube.com/watch?v=S2fFyvZMuH4
http://ricerca.quotidianiespresso.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2009/05/05/CX6PO_CX601.html
tuttavia,un articolo del Sole24ore invece afferma che i rimborsi vengono assegnati in base al grado della scala Mercalli , compreso tra 8 e 11 a seconda delle zone
http://rassegna.governo.it/rs_pdf/pdf/LXY/LXYWK.pdf
queste leggi di cui si parla non sembrano proprio essere il decreto-terremoto, secondo il quali hanno diritto ai fondi solo i comuni nei quali è stato rilevato un grado maggiore o uguale al 6° Mercalli
6° Mercalli = scossa forte, qualche lesione agli edifici.! [vedi punti 22 23 29 30]
ma non è finita...il quotidiano abruzzese online PrimaDaNoi.it ha trovato una nuova incongruenza nel sito dell'INGV,che fino ad ora aveva riportato i valor MI=5.8 ed MW=6.3
in questa nota IGNV pubblica dati differenti: MI=6.2 ed MW=6.3
http://cnt.rm.ingv.it/~earthquake/view_map.php?map=qrcmt.gif&eventid=2206496920
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20969
Poco prima del g8, L'Ingv afferma che c'era il 30% di probabilita per terremoto superiore a 4 gradi Richter
Ma non avevano detto che non si possono prevedere terremoti?
Cosa c'è di diverso nel dire che si ha il 30% di rischio o l'80%,cioè l'incertezza del metodo di giuliani?

http://www.primadanoi.it/notizie/21518-Ingv30%-di-probabilita-per-terremoto-superiore-a-4-gradi-Richter
E tutto sempre più confuso...come da prassi...

13bis. Falsata anche l'accelerazione gravitazionale prodotta dal terremoto?
Il terremoto che ha colpito L'Aquila la notte del 6 aprile scorso ha prodotto un'accelerazione gravitazionale di 0,68 g, una spinta che gli sbalorditi esperti giudicano potentissima. I dati di accelerazione al suolo sono stati impressionanti e completamente al di sopra della nuova normativa antismica del 2003: L'Aquila era stimata per resistere ad una accelerazione di 0.35 g. Un esperto afferma addirittura che " è stata di una portata eccezionale,non molto distante da 1g!".
Anche qui qualcuno mente ?
http://www.ilcapoluogo.com/e107_plugins/content/content.php?content.15230
http://www.ilcapoluogo.com/e107_plugins/content/content.php?content.14829
http://ricerca.quotidianiespresso.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2009/05/05/CX6PO_CX601.html

14. COMPLOTTO contro GIULIANI ??
Non solo per i fatti appena citati, il giorno 27 aprile 2009 è accaduto un altro fatto molto strano.Verso l’una del pomeriggio viene pubblicata dal blog byoblu un intervista telefonica di Giampaolo Giuliani che afferma che i livelli di radon siano in aumento e che spera che l’energia si scarichi con alcune piccole scosse piuttosto che con una scossa sola, già in mattinata molte fabbriche nella zona dell’aquilano erano state evacuate !
http://www.youtube.com/watch?v=a7DTDTKcVbE
Basta poco per alimentare il passaparola e generare il panico…che si scatena nelle Province di Teramo e L’Aquila.
Viene accusato di nuovo Giuliani in quanto pare che girasse un video su youtube in cui l’audio dell’intervista fosse stato montato con frase di giuliani dette nei giorni prima in modo da formare frasi del tipo : “ci sarà una scossa molto forte…” e roba del genere…
I mezzi di informazione si scagliano di nuovo contro Giuliani e contro Claudio Messora, il blogger che ha intervistato più volte Giuliani,(che anche ha intervistato Stefania Pace, che ringraziava Giuliani per averla avvertita del terremoto e salvato la vita…) ed aveva messo online quella intervista telefonica.
Giuliani ha sporto denuncia contro ignoti per quel video fasullo che poi è sparito dal web, dichiarando pubblicamente che non si riferisce al video di Claudio Messora in quanto autentico.
http://www.byoblu.com/ext.aspx?sl=Giuliani-lintervista-di-Claudio-Messora-e-autentica

15. PIANO DI EMERGENZA ADEGUATO?
Prima di tutto ci tengo a ringraziare ancora una volta tutti i volontari arrivati da tutta Italia, molta gente gli deve la vita… SONO I NOSTRI EROI !
Il punto è un altro : eravamo pronti ad affrontare un emergenza del genere?
E chiaro che i soccorritori si siano fiondati nelle zone colpite nel minor tempo possibile.
La sede che avrebbe dovuto gestire l’emergenza avrebbe dovuto essere la prefettura, che è crollata rovinosamente, ma il crollo della prefettura era inevitabile nello stato in cui si trovava !
Ma come mai la prefettura era stata evacuata mentre ai cittadini veniva detto di stare a casa tranquilli?
Dopo le scosse forti della settimana precedente, che avevano provocato danni per milioni di euro, non era il caso almeno di controllare quali edifici fossero in grado di resistere ad una scossa di 6 grado in quanto l’aquila è collocata in zona altamente pericolosa?
In servizio quella notte a l’Aquila c’erano solo 15 vigili del fuoco, ed 8 ad Avezzano, il centro più vicino… vi sembra un numero adeguato in una zona altamente sismica (livello 1) con uno sciame sismico che durava da 4-5 mesi , con scosse che andavano aumentando di magnitudo e frequenza ed edifici già lesionati dalle scosse precedenti ?
(Anno zero puntata del 9 aprile 2009)
Il Sindaco aveva chiesto lo stato di emergenza a seguito dello sciame sismico culminato con la scossa del 30 marzo che aveva causato danni per circa 15 milioni di €.
Giuliani affermava di avere una tecnica per prevedere i terremoti con 6-24 ore di anticipo.
Ma invece di istruire la popolazione su come comportarsi e difendersi da un sisma hanno invitato la popolazione a stare tranquilli ed a non credere alle parole dei “ciarlatani”?
Non era forse meglio lasciare ai cittadini la “libertà di scegliere “ se dormire in casa o fuori?
Se i terremoti non si possono prevedere, PERCHE LA PROTEZIONE CIVILE RASSICURAVA LA GENTE DICENDO CHE NON SAREBBE SUCCESSO NULLA ?
Perché allora al personale della prefettura era stato concesso di abbandonare la struttura ?
Perche non sono state chiuse le università, come invece già avvenute per altre scuole?

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=56729&sez=HOME_MAIL
a distanza di 45 giorni dal sisma l'assessore regionale alla Protezione civile, Daniela Stati, al consiglio regionale ha sostenuto che «la Protezione Civile in Abruzzo non esisteva, negli anni passati non e' stato stanziato nemmeno un soldo per la Protezione Civile».
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20778

16. I morti che non ci dicono
Subito dopo la scossa sono iniziate le operazioni di ricerca dei dispersi. Ovviamente le ricerche vengono fatte dove si sa per certo (o si presume) che ci siamo persone sotto le macerie, su segnalzione di parenti e/o amici. E’ impossibile scavare ovunque nelle prime fasi. Se una persona non viene segnalata da nessuno, probabilmente non verrà mai ritrovava, o perlomeno non viva.
Chiunque avesse avuto familiari nella zone colpite dal terremoto ne ha segnalato la scomparsa, ma forse per qualcuno il discorso è un po’ diverso, magari qualche IMMIGRATO CLANDESTINO, SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO….o magari solo semplici STUDENTI ERASMUS!
La protezione civile ha smentito, che ci siano ancora corpi sotto le macerie.
Al 22 aprile mancavano all’appello ancora 7 persone, ma secondo il programma tv CHI L’HA VISTO ? ne mancavano piu di 100 !!!
È possibile che più di 100 persone siano sfuggite ai controlli della protezione civile e siano state conteggiate tra i dispersi ? oppure non sono proprio state cercate ?
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20482
http://www.rai.it/dl/clv/News/ContentItem-1d3c6d08-198d-49f0-9cf9-0e66c22e9387.html
http://www.rai.it/dl/clv/News/ContentItem-a9292a1d-0b87-4243-9e5c-e0a025719817.html
http://www.byoblu.com/post/2009/04/09/I-morti-che-non-vi-dicono.aspx

17. Berlusconi e le INCHIESTE sulle costruzione
I servizi della Protezione Civile hanno stimato che, nella zona colpita, un terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter avrebbe dovuto danneggiare solo 38.000 edifici invece dei 60.000 registrati. Per questo la procura sospetta che la differenza dei 22.000 edifici, tra previsioni e realtà, rifletta molte irregolarità nella costruzione.
http://italiadallestero.info/archives/4629
e Berlusconi cosa dice ?
“Ben vengano le inchieste, ma per favore non perdiamo tempo, cerchiamo di impiegarlo sulla ricostruzione e non dietro a cose che ormai sono accadute”.
“Se qualcuno è colpevole, le responsabilità emergeranno ma, per favore, non riempiamo le pagine dei giornali di inchieste”
Ma che cazzo ci dobbiamo mettere sui giornali se non la faccia di quei pezzi di merda che hanno costruito le case senza il cemento armato, con la sabbia del mare o con poco ferro ?
http://www.unita.it/news/84058/berlusconi_non_perdiamo_tempo_con_inchieste_franceschini_basta_insulti

18. Berlusconi ed il CONDONO EDILIZIO
voi direte, ma che c’entra ?
Tramite il condono edilizio si possono sanare, previa autodenuncia, fenomeni di abusivismo nell'ambito delle regole di costruzione, di ampliamento o di modifica di natura edile.
Un esempio di abusivismo è “ingrandire una casa “, che succede se si amplia una casa ?
Logicamente la struttura diventa più pesante, e se è più pesante ovviamente è meno resistente…
Ok, se amplio abusivamente la casa è colpa mia …. Ma se la compro … ed era già stata condonata dal precedente proprietario la colpa è mia ? o di chi l’ha ampliata e di chi gli ha permesso di farlo ? o anche di chi ha LEGALIZZATO L’ABUSIVISMO ?
Sto dicendo una cazzata?
E’ ciò che emerge dallo studio curato dall’Istituto di geofisica e vulcanologia.
Condoni edilizi su sopraelevazioni e ampliamenti di edifici, ristrutturazioni eseguite senza appropriati criteri antisismici sono gli esempi di come gli interventi dell’uomo possano “appesantire” i danni di un terremoto. Lo evidenziano anche gli esperti dell’Ingv: «Si osservano edifici in muratura in cui sono visibili interventi relativamente recenti, con la sovrapposizione di una cordolatura e una copertura in cemento armato. Come osservato anche in occasione del terremoto del 1997 in Umbria e Marche, questi interventi, senza un contestuale rinforzo delle strutture verticali, hanno solitamente determinato effetti negativi sulle murature»
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/edifici-antichi-cosi-i-restauri-hanno-aggravato-i-danni/1645077?edizione=EdRegionale
Oltre al danno la beffa, molti dei soldi che dovevano rientrare con i condoni non sono mai stati versati…

19. Berlusconi ed il PIANO CASA
“ faremo ripartire l’economia !” , “ tutti potranno ampliare le loro case del 20 % “
Il testo iniziale prevedeva l’aumento di cubatura del 35%, anche eventualmente cambiando la destinazione d’uso, di edifici abbattuti e ricostruiti solo a fronte della “introduzione di misure di bioedilizia o dell’uso di fonti energetiche rinnovabili o di risparmio idrico” altro non era che una provocazione. Nel testo non c’era alcuna indicazione precisa, ma solo la possibilità di innalzare le cubature in deroga agli strumenti di pianificazione,nessun riferimento alle NORME ANTISISMICHE!
CHE OVVIAMENTE SONO STATE INSERITE SOLO DOPO IL SISMA!
IMMAGINATE SE TUTTE LE CASE DELL’AQUILA FOSSERO STATE INGRANDITE DEL 35% !
COME PUO' UNA CASA FATTA PER RESISTERE AL PROPRIO PESO, SOSTENERNE IL 35% IN PIU ?
IMMAGINATE QUANTE PIU VITTIME…

http://www.carta.org/campagne/ambiente/17130

20. Le battute del cavolo di Berlusconi tra le vittime del sisma
Non sono di certo il problema più grave, ma certe FIGURE DI MERDA ce le poteva risparmiare !!
Portate i bambini al mare
http://www.youtube.com/watch?v=EAqrTM0_FJ4
Qui è come un camping
http://www.youtube.com/watch?v=dCKreD3gjqY
Posso palpare la signora?
http://www.youtube.com/watch?v=RkwRe2lJ9TM
“Vadano lì e comprino i loro mobili da Ikea, lì si possono comprare tutti i mobili per la casa con pochi soldi”
http://italiadallestero.info/archives/4906
«Che fate li sopra? E le donne? Siete tutti gay? La prossima volta ve le porto io le veline...».
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=21391
"L''Abruzzo è una regione bellissima che il terremoto ha colpito, ma che ha contribuito anche a far scoprire".
http://notizie.virgilio.it/notizie/politica/2009/06_giugno/26/giochi_mediterraneo_berlusconi_e_messaggio_di_pace,19683440.html?pmk=rss

21. Elezioni regionali 2008: VECCHIE MENZOGNE di Berlusconi
Il primo decreto del Governo Berlusconi ha sottratto all’Abruzzo in nome dell’abolizione dell’ICI 168 milioni di euro per la ferrovia Roma-Pescara, 250 milioni di euro per altre infrastrutture stanziati dal governo Prodi.
http://www.carlocostantini.it/documenti/allegatoDPEF2009-2013.pdf
Ma la vergogna non ha limiti e Berlusconi ha promesso a Pescara il giorno 13 dicembre che sarebbero stati sbloccati investimenti per miliardi di euro per il nostro Abruzzo .il 18 dicembre, 2 giorni dopo le elezioni si è scoperto che quel “ricatto elettorale” (si tratta di ricatto perché sono stati tolti dei fondi e si è promesso di ridarli in casi di vincita del candidato dello stesso partito del premier) si era rivelato una bufala!!
Non ci è stata data una lira !
NESSUNO SI E’ INDIGNATO, nessuno ha aperto bocca ..come al solito direi..

22. Le menzogne sul dopo-terremoto – Berlusconi a Porta a Porta
"Ogni giorno GESTIAMO 75.000 persone a cui DIAMO pasti caldi, altri sono ALLOCATI presso strutture alberghiere o presso amici e parenti, altri sono nelle TENDOPOLI CHE ABBIAMO REALIZZATO , tende molto moderne illuminate, riscaldate, con la tv, fornite di tutti i servizi possibili, i bagni sono puliti e sterilizzati 4 volte al giorno… i pasti son ottimi…Credo che non ci sia mai stata in un paese occidentale una situazione gestita in questo modo da parte dello Stato e del Governo"
Ascoltando le sue parole sembra che sia Berlusconi stesso a dar da mangiare ai terremotati, a pulire i bagni, a garantire i servizi, a prestare soccorso sanitario….
Ma è merito di Berlusconi se i pasti sono buoni?
Non una parola per le associazioni di volontari che si fanno in 4 per aiutare i terremotati e che non hanno nulla a che fare con il governo !
Dov’era il Governo fino al 5 aprile ?

Il giorno stesso del 6 aprile sono state reperite tutte le soluzioni alloggiative alternative, che PAGHIAMO naturalmente, Abbiamo sospeso tutti i pagamenti per le imposte, per le assicurazione, per la previdenza…è stata messa fine praticamente a ogni impegno di contribuzione da parte dei cittadini!! Abbiamo reso gratuita la distribuzione dei farmaci, dato a tutti la possibilità di rinegoziare i mutui con le banche, abbiamo differito tutta la regolamentazione dei rapporti bancari, abbamo sospeso il pagamento delle bollette di luce e gas, abbiamo dato un contributo di autonoma sistemazione per chi si è sistemato da solo, abbiamo ridefinito e riorganizzato tutti i calendari scolastici nelle tendopoli e nelle città.
Wow, meraviglioso…tutto in un giorno!! Tutt fatto il 6 aprile !!
Il 15 aprile sono stati inviati 700 militari anti-sciacallaggio,non si è verificato un solo atto di sciacallaggio !
Ben 9 giorni dopo il sisma sono arrivati i militari anti-sciacallaggio! Che se n’era dimenticato?
Il 21 aprile abbiamo preso altre misure anticrimine!
16 giorni dopo! Facciamo progressi !

http://www.youtube.com/watch?v=7V3TIfPHkKA

23. Le menzogne sulla RICOSTRUZIONE – il vecchio decreto
A Porta a Porta Berlusconi ha detto : "Nessuno sarà lasciato solo! "
“Abbiamo varato un ordinanza con cui abbiamo messo a disposizione 8 MILIARDI DI € PER LA RICOSTRUZIONE: 1,5 per le spese correnti e 6,5 in conto capitale.”
Nel decreto i miliardi sono 5.8 e sono spalmati tra il 2009 e il 2032. Di questi fondi, 1,152 miliardi per quest'anno, 539 milioni nel 2010, 331 nel 2011, 468 nel 2012, e via decrescendo, con pochi spiccioli, per i prossimi 23 anni (art. 18, comma 1);
1 miliardo di € immediatamente spendibile, ma tolte le spese per l'emergenza, restano 700 milioni di € per la costruzione delle casette temporanee. E qui il primo punto: 400 milioni saranno spesi per edificarle nel 2009 e 300 milioni nel 2010.
Quindi si prevede che la ricostruzione termini nel 2010?

I risarcimenti:
- fino a 150.000 per ricostruire la propria casa
- fino a 80.000 € per a ristrutturare la propria casa
- fino a 48.000 € per l’adeguamento delle case a rischio sismico lo stato darà
Didimostrando tramite perizia,di aver bisogno di ulteriori fondi il governo prenderà in esame la possibilità di dare altri fondi.
I 150 mila euro stanziati per la ricostruzione dell'abitazione principale sono solo ‘virtuali’:
-50mila € concessi in ‘cash’,
-50mila tramutati in credito d’imposta (anticipata dalla famiglia terremotata e ammortizzata in 22 anni)
-50 mila sarebbero coperti con un mutuo a tasso agevolato a carico però del destinatario del contributo.
I 150 mila euro sono intesi come "limite massimo" dell'erogazione,

http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sisma-aquila-9/decreto-abracadabra/decreto-abracadabra.html
http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/1182
-Non c'è contributo per i danneggiamenti che non hanno comportato la distruzione o la dichiarazione di inagibilita’ dell’abitazione principale(art. 3, comma 1, lett. A).
-Il subentro dello Stato nei mutui e’ limitato nell’importo e circoscritto alla sola abitazione principale distrutta (art. 3, comma 1, lett. C).
-Via libera ai subappalti fino al 50%, in deroga alla normativa vigente e senza alcun inasprimento dei controlli sulle relative procedure (Art. 2, comma 9).Qualcuno potra’ guadagnare decine di milioni di euro semplicemente ricevendo la commessa e girandola in subappalto.
http://www.carlocostantini.it/2009/05/quello_che_berlusconi_non_ha_d.php

23bis . Le menzogne sulla RICOSTRUZIONE – il nuovo decreto
La copertura finanziaria di quest'anno verrà assicuratatagliando i bonus famiglia (300 milioni), riducendo la spesa farmaceutica (380 milioni) e assicurando maggiori entrate da giochi come il Gratta e vinci e le lotterie (472,5 milioni).
Categoria E: prime case risarcimento al 100%, seconde case 80% per un max di 80.000 €
90 giorni di tempo dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per presentare le domande per ricevere i contributi .
-100% di contributi a fondo perduto per la ristrutturazione o la ricostruzione degli edifici gravemente danneggiati o distrutti dal sisma, identificati con la lettera “E” I
-fino all’80% - e fino a 80 mila euro – se l’abitazione inagibile rientra nelle seconde case.
-fino all’80% anche il miglioramento sismico di una abitazione ma solo nei casi in cui la struttura sia danneggiata oppure abbia un livello di sicurezza inferiore al 60%.
In questo caso potrà trattarsi sia di prima che di seconda casa (ma verrà riconosciuto solo per una delle due).
http://www.primadanoi.it/notizie/21826-Contributi-per-case-inagibili-90-giorni-di-tempo-Ecco-come-fare
Categoria B e C : i terremotati dovranno anticipare i soldi per fare riparare le loro abitazioni
Al fine di riscuotere il contributo statale (alla lettera C dell’articolo 10) è necessario esibire documenti attestanti l’avvenuto pagamento delle fatture», ed un «un rapporto fotografico dello stato successivo ai lavori e delle fasi lavorative con relativa planimetria in cui sia indicato il punto di vista di ciascuna immagine fotografica». Si tratta di documentazioni il cui reperimento avrà un ulteriore costo visto che si tratta di operazioni certosine e complesse che potranno fare solo i professionisti vista la loro rilevanza.
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/un’altra-beffa-per-la-ricostruzione/1683145
Categoria A : Solo 10mila € solo per la prima casa
Per le case A, solo prima casa, 10mila euro per appartamento più 2.500 per le spese condominiali. È un grande risultato ottenuto dal sottoscrito e dal ministro Tremonti che ho ringraziato fino alla noia.
«Al Comune dell’Aquila», sono arrivati 20 milioni di euro, Per le sole A, secondo le stime del comune, ne servono 120».
http://ricerca.gelocal.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2009/07/30/CX2PO_CX201.html
Per maggiori info guardate questa tabella
http://ilcentro.gelocal.it/infografica/1685654


24. La New Town... con quali soldi? 5.8 miliardi spalmati in 23 anni ?
Un idea interessante, ci vorrebbero investimenti seri... miliardi di € per diversi anni !!
Non gli alloggi temporanei di legno ...ma delle vere e proprie abitazioni !
Come pensa di ricostruire una New Town se quest'anno sono disponibili solo 400 milioni di € che non basteranno nemmeno per garantire alloggi temporanei per tutti ?

25. L’Aquila in mano alla società Fintecna
Ma nel decreto n. 39 c’è anche di peggio: all’art. 3, comma 1 , lettera c, si dispone che se un immobile, gravato da un mutuo, è andato distrutto, la Società Fintecna, a richiesta del privato cittadino. si accollerà il mutuo nei limiti del contributo che al predetto è stato riconosciuto, ma diverrà proprietaria di quel che resta dell’immobile. Se però il mutuo supera il contributo riconosciuto, la conseguenza parrebbe essere, dall’esame della norma, che il cittadino dovrà continuare a pagare la parte residua del mutuo: insomma non avrà più la casa ma continuerà a pagare il mutuo.
Il rischio è che la città vada per gran parte nelle mani della Fintecna.
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=56831&sez=HOME_MAIL

26. La vita nelle tende non è splendida come ce la raccontano
La vita nelle tendopoli è dura, i volontari che ci lavorano fanno di tutto per offrire il miglior servizio possibile. Ma è normale che non tutto fili liscio, ma perche nascondere i problemi quotidiani che devono affrontare le decine di migliaia di sfollati ?
Oscurare questi episodi è grave!
Per nessun motivo ci devono essere intoppi nell’operato di B&B, Berlusconi e Bertolaso… Anche se qualcosa va storto…NON DIRLO !

Per dovere di cronaca:
Liti per l’acqua calda (usata per lavare i panni e per le docce), le difficoltà degli anziani e delle persone in sovrappeso per accedere a servizi igienici pensati per i militari, l’umidità notturna e il caldo che di giorno sta diventando già insopportabile, i furti, gli insetti, i topi, i pidocchi e le malattie più o meno serie, le tensioni tra italiani ed immigrati, il problema degli animali domestici nelle tendopoli, cani che si azzuffano ,malattie(50 casi di dissenteria in una sola tendopoli), disturbi post traumatici da stress…
http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node%2F1231
http://www.ilcapoluogo.com/e107_plugins/content/content.php?content.15694
megarisse, dissenterie virali e isolamenti medici, due casi accertati di tubercolosi e un decesso... ci sono anche i malati di mente, i tossicodipendenti..
in televisione e sui giornali stanno raccontando solo bugie, sembra che tutto sia a posto... invece la città è totalmente bloccata dalla protezione civile…..
http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node%2F1231
Poggio Piecenze è un altro centro pieno di problemi: mancano i condizionatori nelle tende degli anziani,i NAS hanno sequestrato la cucina perché non rispettava le norme igieniche,gli immigrati vengono trattati male....
http://www.byoblu.com/post/2009/05/23/A-Poggio-Picenze-si-sta-bene.aspx
Nelle tende si muore anche: Rolando, 64 anni, sposato e con due figlie è morto,di notte, in tenda, a causa di un infarto.Probabilmente non ha retto allo stress di vivere in tenda, prima esposto al caldo dei giorni scorsi e poi al freddo pungente di quella stessa notte.
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20946
Non è l’inferno…ma nemmeno il paradiso firmato B&B !

27. L’economia del terremoto
le norme vigenti autorizzano la protezione civile con appositi decreti l’affidamento diretto di appalti e servizi nonché di forniture proprio per evitare rallentamenti burocratici che sarebbero letali… Si pensi all’approvvigionamento di pane, pasta, carne, o tutto quello che può essere necessario in una tendopoli: saponi, carta igienica, vettovaglie…
Chi ha scelto a quale fornitore rivolgersi e con quali criteri?
Dove è stato pubblicato l’elenco generale dei fornitori? E se non è stato pubblicato perché non è stato fatto?
Perché far arrivare materie prime come il pane da fuori regione, quando risparmiando molti soldi ci si potrebbe rivolgere ai produttori locali? Quanto si risparmierebbe per il trasporto?
Ma è solo uno dei tantissimi esempi.
allevatori, esercenti e produttori di latte locali hanno denunciato nel corso «totale mancata considerazione da parte dell’amministrazione comunale dell’Aquila dei loro prodotti.
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=20753

28. L'emergenza trattata come una guerra
Pattugliamenti, posti di blocco, sorveglianza aerea notturna, zone rosse e “green zone” ultraprotetta del polo amministrativo militare di Coppito.
http://www.agoravox.it/L-Aquila-provincia-di-Baghdad-L
Ci sono i cartellini che ogni abitante deve portare al collo, senza di questi non si entra e non si esce dai campi (http:terremoto09.wordpress.com).Coprifuoco in tutto il territorio dopo le 20. L’intero territorio è sottoposto ad un clima di militarizzazione stretta.....
http://www.facebook.com/ext/share.php?sid=104909197999&h=5kFbu&u=nw1RP&ref=nf

29. Perché solo 57 comuni hanno diritto agli aiuti?
Il decreto-terremoto, dice che :
"..I predetti provvedimenti hanno effetto esclusivamente nei confronti dei comuni interessati dagli eventi sismici che hanno colpito la regione Abruzzo a partire dal 6 aprile 2009 che, sulla base dei dati risultanti dai rilievi macrosismici effettuati dal Dipartimento della protezione civile, hanno risentito un'intensita' MSC uguale o superiore al sesto grado, identificati con il decreto del Commissario delegato n. 3 emanato in data 16 aprile 2009.."
http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=88317&idCat=54
Un sesto grado MSC (o Mercalli) è identificato da: Scossa forte, qualche lesione agli edifici.
http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_Mercalli
Qualcosa non torna, stando al decreto i comuni aventi diritto di risarcimento sarebbero molti di più !
e moltissimi anche nelle province vicine !!!

ma Bertolaso e Berlusconi l'hanno letto il decreto ?
evidentemente c'è il bisogno di risparmiare da qualche parte...
Solo il 20 luglio altri 8 comuni sono stati aggiunti: Bugnara, Cagnano Amiterno(41% di case inagibili ), Capitignano, Fontecchio(65% di case inagibili ) e Montereale( provincia dell'Aquila); Colledara, Fano Adriano e Penna Sant'Andrea (provincia di Teramo).
http://www.primadanoi.it/notizie/21790-Il-cratere-si-allarga-ed-entrano-altri-8-comuni-Da-Ue-493-mln

30. Alcuni comuni dell'aquilano esclusi dal "cratere":
SAN BENEDETTO IN PERILLIS:
il paese “più vecchio d'Italia”, con la percentuale più alta di "over 85".
centro storico distrutto , il 44% di inagibilità,
La Protezione civile ha fatto gli accertamenti e ha detto che risulta uno dei più colpiti dal terremoto.
Ma è stato escluso dainuovi comuni inseriti nel “cratere”.
http://www.primadanoi.it/notizie/21815-Esclusione-cratere-sindaco-Gualtieri-si-dimette
VERGOGNA !!!


II parte
http://www.facebook.com/note.php?saved&&suggest&note_id=139469617128

Per restare sempre aggiornati:
Il Centro - Speciale terremoto 2009
http://ilcentro.gelocal.it/speciali/terremoto2009?edizione=EdRegionale
PrimaDaNoi.it - Speciale terremoto
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/index.php?storytopic=7
Tutto sul terremoto
http://www.facebook.com/topic.php?uid=20738620665&topic=7840

Commentate, precisate, criticate pure