Pochi ammettono di essere superstiziosi, ma tutti hanno più o meno paura quando arriva il fatidico venerdì 17. ProntoPro ha intervistato 10.000 utenti del sito chiedendo loro quali sventure...
postato da alessandraprontopro il 09/12/2017
Categoria: Economia - tags: sfortuna + venerdi 17

Pochi ammettono di essere superstiziosi, ma tutti hanno più o meno paura quando arriva il fatidico venerdì 17.

ProntoPro ha intervistato 10.000 utenti del sito chiedendo loro quali sventure temano di più in questa giornata e dal sondaggio è emerso che la percentuale più alta del campione è terrorizzata dai 7 anni di sciagure che provocherebbe la rottura di uno specchio in casa. Il 33% degli intervistati si è infatti dimostrata molto superstiziosa dimostrando di temere soprattutto le conseguenze infauste di  un errore che potrebbe capitare a tutti. Il 28% degli utenti ha invece mostrasto un approccio più pragmatico alla giornata indicando la foratura dello pneumatico quale peggiore timore: quando si buca una gomma, ovunque ci si trovi e in qualsiasi circostanza accada, viene considerata una delle situazioni in assoluto più scomode da gestire.

Appena inferiore (20%) la percentuale di coloro che temono di perdere le chiavi di casa. La scocciatura in questo caso può aumentare se, non solo si sono perse, ma nemmeno si sono lasciate le chiavi di riserva a casa di un amico o di un parente perchè a quel punto diventerà necessario anche rivolgersi a un fabbro per entrare in casa.

E se oggi dovesse rompersi la tv? Il 15,6% del campione teme che accada proprio in questo giorno, alla fine della settimana lavorativa quando si è già stanchi e si desidera solo relax e tranquillità.

Solo il 4% degli intervistati ha pensato alla rottura dello smartphone quale pericolo da scongiurare nel giorno più sfortunato dell’anno. Dato che soprattutto in casa si consumano le peggiori stragi di cellulari è importante prevenire il rischio di perdere tutti i dati attraverso un backup completo: salvando i file, le applicazioni ed i dati più importanti, si avrà modo di recuperarli anche nel caso in cui si dovesse smarrire o compromettere il funzionamento del proprio dispositivo.

 

Infine seguono, ma in percentuali minori, tutti quelli che temono la rottura di caldaia (2%) e di tubi idraulici (1%). In questo periodo dell’anno con le basse temperature, l’inizio delle precipitazioni e il freddo, il pensiero comune a molti è quello di starsene rintanati a casa, coccolati dal caldo delle mura domestiche. E se in situazioni simili dovesse capitare l’impensabile, come ad esempio la rottura della caldaia?

Fonte: https://www.prontopro.it/