Portare un orologio da polso Rolex significa indossare un mito senza tempo che ha fatto la storia degli orologi. La casa produttrice Rolex nacque nel 1905 da Hans Wilsdorf, un orologiaio di...
postato da MisterX il 20/02/2012
Categoria: Finanza - tags: orologi

 

Portare un orologio da polso Rolex significa indossare un mito senza tempo che ha fatto la storia degli orologi.

La casa produttrice Rolex nacque nel 1905 da Hans Wilsdorf, un orologiaio di origine tedesca che aveva impiantato in Svizzera la sede principale dei suoi affari, ossia l'esportazione verso l'Inghilterra di ingranaggi di orologio assemblati in casse di lusso. Il lavoro gli andava così bene che decise di trasferirsi proprio in Inghliterra, ma l'eccessivo prezzo di tasse e dazi doganali per l'importazione dalla Svizzera delle casse d'oro e d'argento per i suoi orologi, oltre all'imminente seconda guerra mondiale, lo convinse a tornare e stabilirsi definitivamente in Ginevra, ove ancora oggi risiede la casa produttrice.

 

La Rolex vanta il deposito di brevetti di tutti quei meccanismi e caratteristiche, anche esteriori, che oggi ritroviamo nei più comuni orologi diffusi nel mercato. Basta pensare alla tanto vista lunetta girevole, brevettata nel 1953 ad esempio, o il fondo a vite e la corona a vite, brevettate entrambe nel 1926. Anche la lega di materiali quali l'acciaio e l'oro nel bracciale, nella corona e nella lunetta, è una caratteristica che la Rolex introdusse per prima sotto il nome di “Rolesor” nel 1934.

 

Di modelli se ne sono susseguiti nella storia dell'orologio Rolex.Alcuni tutt'ora in produzione, altri smessi di produrre e dunque ancora più interessanti dal punto di vista collezionistico.

Il Rolex Submariner, tra i primi modelli sportivi e sub-acquei dotato di una valvola per il rilascio dell'elio nella fase della decompressione, indossato da Sean Connery, nei famosi film di James Bond, con cinturino in tessuto militare.

Tra i modelli sub-acquei fuori produzione, il Rolex Sea-Dweller, capace di raggiungere nei suoi modelli più recenti i 1220 metri sotto il livello del mare.

Ed ancora, tra i più cari, e riconosciuti, in commercio il mitico Daytona, a carica automatica, con funzioni da cronometro ufficialmente certificate. I suoi prezzi possono superare facilmente i 25 mila euro.

 

Fonte: http://www.eora.it/