L'assunzione di D-mannosio è raccomandato in quanto la prima apparizione dei sintomi legati ad una infezione delle vie urinarie o di cistite.

Utilizzo del D-Mannosio

postato da Andrea_Puiatti il 29/06/2012
Categoria: Salute e Benessere - tags: utilizzo del col d mannosio

In caso di infezione del tratto urinario o di cistite acuta l’uso del D-Mannosio si è rivelato una valida soluzione. Si stima che circa il 90% delle infezioni urinarie sia causato da un batterio ben preciso, l’Escheria Coli. Questo batterio in particolare è rivestito da numerose zampe, chiamate lectine, che hanno la capacità di aderire in profondità alle pareti vaginali. Questa stessa proprietà è ciò che li rende suscettibili all’azione del D-Mannosio che quindi non elimina i batteri ma li espelle insieme con l’urina.

 

In caso di infiammazione acuta è indispensabile l’utilizzo del D-Mannosio che può effettuarsi per via orale o per mezzo di lavande vaginali. L’assunzione per via orale può avvenire sciogliendo una bustina in acqua o ingerendolo sotto forma di pillole, e successivamente urinando in modo da favorire l’eliminazione dei batteri. Poiché la vagina rappresenta il principale luogo d’accesso per i batteri e il conseguente luogo di partenza dell’infiammazione è necessario ripulire la zona con le lavande vaginali, che costituiscono quindi l’azione più diretta per pulire la vagina. Il dosaggio dovrebbe essere più considerevole durante i primi giorni di infezione, vale a dire nella fase acuta, per poi gradualmente diminuire con l’attenuarsi dell’infiammazione. Tuttavia sarebbe più opportuno non interrompere bruscamente l’assunzione di D-Mannosio, anche perché non ha alcun effetto collaterale rilevante. Questo zucchero infatti non viene metabolizzato dall’organismo, ma piuttosto accumulato nella vagina per essere eliminato insieme all’urina.

 

Le consuete cure per le cistiti o infezioni urinarie a base di antibiotici, sono state prontamente sostituite dal valido rimedio naturale che il D-Mannosio costituisce. Principalmente l’efficacia del D-Mannosio è comprovata dal fatto che, diversamente dall’uso degli antibiotici, non indebolisce ulteriormente il sistema immunitario, già provato dall’infezione in corso. Il D-Mannosio invece compensa le perdite e addirittura rinforza gli anticorpi anche quando non è in corso alcuna infiammazione. A questo va aggiunta la capacità del D-Mannosio di inibire la formazione nei batteri del bio-film, vale a dire la platina protettiva che ricopre i batteri e li protegge dall’effetto degli antibiotici. Di conseguenza il D-Mannosio è in grado di favorire la naturale guarigione, indebolendo i batteri ed esponendoli all’azione del sistema immunitario e degli anticorpi.

 

La tempestività nell’uso del D-Mannosio oltre che nella fase acuta dell’infiammazione è da intendersi anche nella fase di prevenzione delle infezioni urinarie. In assenza di sintomi o subito dopo la scomparsa di una cistite è essenziale continuare l’utilizzo del col D-Mannosio per impedire la comparsa di recidive o lo scatenarsi di nuove e dolorose infezioni.