Conoscere e far rispettare la DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

Conoscere e far rispettare la DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

I volontari di Uniti per i diritti umani sostengono a 360° la promozione e attuazione della Dichiarazione Universale dei diritti umani, consapevoli che “I diritti umani devono diventare una realtà, - come sosteneva l’umanitario L. Ron Hubbard, - non un sogno idealistico.” Per questo motivo anche se siamo distanti promuovono la conoscenza di tali materiali disponibili al sito www.unitiperidirittiumani.it.

Per diritti umani si intendono quei diritti riconosciuti all'uomo semplicemente in base alla sua appartenenza al genere umano. Oggi, con le problematiche relative alla pandemia, parliamo di diritto alle cure, alla sanità, alla libertà di scelta e di movimento. 

Nonostante l'idea di diritti umani risalga a tempi antichi, il concetto moderno è emerso soltanto dopo la Seconda Guerra Mondiale con l'adozione della Dichiarazione universale dei diritti umani nel 1948 da parte delle Nazioni Unite.

Gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, la morte di oltre 50 milioni di persone e lo sterminio del popolo ebraico resero necessaria la creazione di uno strumento in grado di salvaguardare i diritti fondamentali e la dignità di ciascun individuo senza distinzione “di razza , di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinioni politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.

Come affermato dalla Commissione dei Diritti Umani, incaricata di redigere la Dichiarazione, il valore dei diritti umani si intende ben oltre le tradizioni occidentali e la tutela di tali diritti deve essere garantita a prescindere dal contesto in cui ci si trovi, che sia esso culturale, religioso o di qualunque altro tipo.

Informati ed insisti sui diritti umani per tutti!!!

A proposito di Diritto alla Salute, un piccolo contributo dai volontari che condividono con te dei semplici consigli su Come mantenere te stesso e gli altri in buona salute.

Fonte: http:/www.unitiperidirittiumani.it