Il Colesterolo si è forse guadagnato una cattiva fama a causa di ciò che i media riportano al riguardo. Menzionate la parola “colesterolo” e molte persone penseranno che si tratti di qualcosa...

Una guida al Colesterolo facile da capire

postato da gianni79 il 20/09/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: colesterolo

Il Colesterolo si è forse guadagnato una cattiva fama a causa di ciò che i media riportano al riguardo. Menzionate la parola “colesterolo” e molte persone penseranno che si tratti di qualcosa che può ucciderci.

In realtà tuttavia, il colesterolo è una componente essenziale del corpo umano. Fa parte di un gruppo di sostanze chimiche essenziali che si trovano nel corpo umano. Infatti il colesterolo è così importante che se il nostro corpo smettesse di produrlo naturalmente, moriremmo.

La storia del Colesterolo in breve

Nel  1769, il francese Francois Poulletier de la Salle fu il primo a scoprire il colesterolo nella sua forma solida mentre esaminava dei calcoli biliari. Tuttavia, fu Eugene Chevrue, un altro chimico francese, colui che dette al colesterolo il nome “colesterina” nel 1815. Quello che entrambi i chimici osservarono fu una polvere cristallina biabca la cui formula chimica è C27H46O.

Oggi, il colesterolo è un componente dei lipidi, una delle tre parti essenziali che formano la struttura primaria materiale di tutte le cellule viventi. Le altre due parti sono le proteine e i carboidrati.

Il colesterolo è una sostanza cerosa morbida e flessibile. Si combina con gli altri grssi lipidi presenti nel flusso sanguigno. Il plasma sanguigno trasporta il colesterolo alle varie parti del corpo. A parte la sua presenza in tutte le cellule umane, il colesterolo si trova anche nel sangue.

Il problema con il colesterolo

Il corpo umano produce naturalmente la maggior parte del colesterolo di cui ha bisogno per aiutare il funzionamento dei vari organi. Tuttavia, il problema con questo è che quasi tutti i cibi che consumiamo contengono colesterolo.

Le uova, in particolare i tuorli, sono ricchi di colesterolo, così come la carne, il pollame, il latte (sia intero che scremato), i latticini e i crostacei.

Il nostro corpo produce costantemente colesterolo, in quantità sufficiente per ricoprire il suo fabbisogno necessario al supporto delle funzioni cellulari e degli organi del corpo. ma quando consumiamo cibi ricchi di colesterolo, questo si aggiunge al colesterolo già naturalmente presente nel corpo. Quando si ha un elevato livello di colesterolo nel sangue, mangiare cibi ricchi di colesterolo può causare problemi di salute.

Dato che il colesterolo e altri grassi lipidi non sono solubili in acqua, restano nel flusso sanguigno e possono portare ad una patologia detta ipercolesterolemia. Una persona che soffre di questa patologia è altamente a rischio di sviluppo di una più grave condizione detta arteriosclerosi.

L’arteriosclerosi è una condizione in cui le pareti delle arterie diventano più spesse a causa della formazione di materiale grasso che comprende anche il colesterolo. L’arteriosclerosi può portare a trombosi, che può risultare fatale.

A coloro che presentano livelli di colesterolo nel sangue estremamente alti, è raccomandato di eliminare il consumo di carni, pesce, pollame e latticini. Il consiglio è quello di mangiare non più di 170 grammi al giorno di carne magra, pollame, pesce e latticini. Quando si consumano dei latticini, è meglio optare per quelli senza grassi o dal basso contenuto di grassi.

È interessante notare che quasi tutte le piante, fatta eccezione per per alcuni funghi rari, non contengono colesterolo. Ecco perché si raccomanda di mangiare più verdure.

Un’ altra alternativa è quella di assumere dei farmaci, come lo Zocor, che riducono il colesterolo.