Vi è un’editoria giusta? Leale? Un’editoria che non antepone il guadagno ai propri contenuti? Se facessimo un sondaggio, e non è detto che un giorno non lo si faccia, potremmo annoverare queste...
postato da quantic publishing il 17/05/2011
Categoria: Italia - tags: fiera libro + quantic publishing + torino
quantic publishing

Vi è un’editoria giusta? Leale? Un’editoria che non antepone il guadagno ai propri contenuti? Se facessimo un sondaggio, e non è detto che un giorno non lo si faccia, potremmo annoverare queste caratteristiche proprio a Quantic Publishing, questo non lo diciamo noi, che pur lavorando sodo al progetto saremmo auto celebrativi e per nulla “corretti” ma, lo conferma la numerosa partecipazione avvenuta al Salone Internazionale del libro di Torino 2011. Un salone che per certi versi regala posizioni privilegiate a quelle case editrice che, a torto o a ragione, mantengono il “monopolio” di vendita dei libri, ma le stesse forti della loro notorietà, non si curano spesso di curare il proprio lettore. Ecco perché Quantic Publishing non solo si definisce editoria giusta, termine da interpretare come imparziale, proba, ma leale nei confronti dei propri lettori che ringraziano l’attenzione a loro riservata affollando lo Stand Quantic Publishing come è avvenuto per il Salone del libro di quest’anno. Ma sentiamo di poterci spingere oltre e di poter affermare che Quantic Publishing è anche etica, perché abbraccia i temi più congrui con il periodo storico che stiamo vivendo, ponendo l’attenzione sui gesti solidali portati in quei luoghi in cui si necessiti l’aiuto umano come avviene in “Diario da Haiti…” scritto da due volontari della C.R.I., ma lo fa anche curandosi della necessità del singolo in rapporto con il vivere frenetico, confusionario e spesso deleterio per l’uomo, con pubblicazioni come “Luce- Appunti di Viaggio per la Tua Anima”. Numerosi gli amanti del vivere senza crudeltà hanno anche dimostrato particolare attenzione verso il testo vegano “Nobili Scorpacciate Vegan”, e chi non si è ancora riappacificato con le idee manipolate dai media verso il mondo Jackson, ha stabilito una connessione e una premessa di correttezza nei confronti di questo personaggio con il testo-saggio “Michael Jackson l’Agnello al Macello” e l’opera eccelsa di sua creazione, “Dancing the Dream | Danzando il Sogno”. Insomma, non solo fiera a 360 gradi come lo è stata quella a Torino, ma voglia di crescita e di informazione.

press@quanticpublishing.com

Fonte: http://blog.quanticpublishing.com/?p=621