Molte associazioni impegnate nel sociale si occupano di riabilitazione, educazione e reinserimento per coloro che hanno un avversità in più. Un supporto destinato sia alle persone con disabilità...
postato da rebe012 1 settimana, 3 giorni fa
Categoria: Utilità - tags: disabilita + sociale + terzo settore

Molte associazioni impegnate nel sociale si occupano di riabilitazione, educazione e reinserimento per coloro che hanno un avversità in più. Un supporto destinato sia alle persone con disabilità affettive e psico-fisiche sia alle famiglie che attraversano questa esperienza.  L’impegno con la quale si dedicano a queste attività ha dato vita nel tempo alla creazione di una fitta rete di assistenza accompagnata da uno staff preparato e qualificato.

La loro missione è portare un miglioramento nella qualità della vita di coloro che soffrono di disabilità psicosensoriale. Cercano di coinvolgere volontari, famiglie, impegnandosi nella ricerca oppure dando vita a delle campagne di sensibilizzazione per i lasciti.

Negli ultimi anni molti di esse hanno iniziato un nuovo percorso per introdurre la cultura del lascito nel territorio dove opera. Il suo scopo è quello di supportare l’intera utenza e specialmente i casi dove sono i bambini stessi gli utenti. Un aiuto può essere dato in molti modi, da azioni semplici come il  volontariato fino a un’eredità di tipo economico. Ecco qui di seguito alcune informazioni utili a proposito dei testamenti.

L’atto del testamento

Esistono varie tipologie di testamento. Sono due quelle più utilizzate che possono interessare chi vuole lasciare un’ereditarietà a queste organizzazioni:

·         Il testamento Olografo è la forma più usata al giorno d’oggi, esso deve essere redatto in prima persona da chi effettua il testamento. Colui che redige il proprio testamento viene chiamato testatore. È molto importate che venga scritto a mano senza utilizzare alcun supporto per la scrittura (macchine da scrivere o pc). Le proprie volontà devono essere redatte in modo semplice, chiaro e devono essere concluse con la data e la firma del testatore. Insieme al documento originale è importante sottoscriverne un secondo identico e consegnare una delle due copie al notaio.

·         Il testamento Pubblico avviene in presenza del notaio e di due  testimoni. Il quale provvederà a mettere per iscritto le volontà del testatore. Verrà sottoscritto da tutti i presenti e conservato nello Studio notarile fino all’apertura dello stesso.

 

È importante sapere che il lascito potrà essere revocato o modificato in qualunque momento con la creazione di un nuovo testamento. La legge notarile in vigore in Italia prevede che una persona che non sia in grado di redigere un testamento o che non sia vedente debba rivolgersi a un notaio per la sottoscrizione di un testamento pubblico.

Cosa può essere inserito nel testamento

I beni che possono essere inclusi nel lascito possono essere di vario tipo, ecco quali sono:

·         Beni immobili come case, locali a uso commerciale e terreni.

·         Beni mobili come oggetti di valore, quali quadri e gioielli.

·         Somme di denaro dell’importo a scelta del testatore.

 

È necessario fare alcune precisazioni per quello che riguarda la normativa italiana in materia d’eredità.

Il codice civile pone una tutela nei confronti di alcuni soggetti, chiamati legittimari, ai quali spetta una quota d’eredità definita dalla legge legittima. I legittimari vengono identificati con i familiari più prossimi al testatore come i figli o il coniuge.

Nonostante questo al testatore rimane la possibilità di destinare una parte dei beni secondo la propria scelta personale, questa parte viene chiamata quota disponibile. Tale parte sarà più o meno rilevante a seconda della presenza o meno dei legittimari.

Il percorso di queste organizzazioni del terzo settore è stato fatto grazie a continui piccoli passi. Passi che riflettano l’impegno di molte persone che si sono dedicate a un ideale o al fatto di essere presente e aiutare qualcun altro. Di queste piccole azioni fanno parte anche tutti quei lasciti che sono stati ricevuti da chi si è impegnato in primo piano nel mondo del volontariato.

Fonte: http://lasciti.legadelfilodoro.it/