Ogni località di mare in cui si va in vacanza presenta una cucina gastronomica unica, che è legata ai prodotti del territorio e alle conoscenze uniche degli chef. Ma non solo, nella maggior parte...

Tutto quello che c’è da sapere sul fritto di paranza

postato da damigella785 il 17/12/2018
Categoria: Alimentazione - tags: cucina + paranza + pesce

Ogni località di mare in cui si va in vacanza presenta una cucina gastronomica unica, che è legata ai prodotti del territorio e alle conoscenze uniche degli chef. Ma non solo, nella maggior parte delle località turistiche sono presenti locali e ristoranti che offrono molti piatti di mare tradizionali.

Per cominciare dagli antipasti più in voga, durante l’estate è possibile trovare l’impepata di cozze che è scelta da condividere anticipando un primo piatto. Inoltre, un altro antipasto amato dagli italiani è l’insalata di mare che mescola vari molluschi come il polpo, le seppie e i totani.

Queste pietanze sono accompagnate da vari condimenti come sale, limone, pepe capperi, olio e in alcuni casi del peperoncino. L’Italia è ampia e varia, in ogni territorio ci sono modi differenti di preparare da mangiare e se ascoltiamo tutte le voci possiamo notare che ogni piatto è migliore di ogni altro.

Da buoni amanti della cucina, agli italiani piace parlare di come si cucinano e preparano le varie cose da mangiare, dando un’importanza speciale ai pranzi e alle cene.

Tornando ai piatti di pesce, uno dei primi di mare più amati sono gli spaghetti allo scoglio che può contenere cozze, vongole e crostacei. Anche in questo caso, la preparazione cambia in base alla località ma la presenza dei frutti di mare rimane onnipresente. Pasta, risotto o zuppe a base di pesce sono ampiamente apprezzate e sono sempre accompagnate da un ottimo vino bianco.

La frittura di paranza come secondo piatto di mare

La cucina italiana ha anche molti secondi di mare. Ce ne sono molti, ma uno dei più amati è proprio il fritto di paranza. Aspetta, ma per cosa si distingue? È scelto dai clienti dei ristoranti perché presente differenti tipi di pesce fritti. Infatti, nella paranza è comune trovare triglie, sogliole, merluzzetti, vope e alici. Questi pesciolini sono accompagnati da del limone fresco che rendono appetitoso questo piatto. È importante dire che è fondamentale anche la buona cottura della paranza, l’olio in cui si friggono deve essere fresco e alla giusta temperatura.

I contorni giusti per il fritto misto di pesce

Anche una buona frittura di pesce deve avere il giusto accompagnamento. Quando la scegliamo dal menu di un ristorante di pesce possiamo accompagnarla con vari contorni. Uno dei più scelti sono le patate fritte, mentre chi vuole rimanere più leggero può optare per un’insalata mista con pomodori e olive. In ogni caso, è importante avere un buon vino bianco da accompagnamento in modo da gustarsi ogni singolo boccone.

Chi non ama i piccoli pesci con le lische, può scegliere una frittura di totani. I famosi anellini sono particolarmente apprezzati dai bambini dato che sono buoni, piccoli e riempono facilmente. In alternativa alla frittura, ci sono molti secondi piatti di mare che si possono scegliere per un pranzo o una cena. Uno classico è il pesce arrosto, come un’orata o una spigola che può essere accompagnata da verdure grigliate o da un’insalata. Allora, buon appetito!