Tumori colon Roma – Dott. Carlo Farina. Tumori colon Roma - molto frequenti, insorgono nel grosso intestino, ovvero nel colon e nel retto, ed è causato dalla

Tumori colon perchè è importante la diagnosi precoce

Tumori colon Roma– Dott. Carlo Farina.
Tumori colon Roma- molto frequenti, insorgono nel grosso intestino, ovvero nel colon e nel retto, ed è causato dalla proliferazione incontrollata delle cellule della mucosa, cioè del rivestimento interno della parete intestinale.
Tumori colon Roma - È un tumore che si può prevenire o può guarire se diagnosticato precocemente.
Nella maggior parte  dei casi il tumore colon si determina attraverso la formazione iniziale dei cosiddetti polipi adenomatosi.

La diagnosi precoce è molto importante ed il modo migliore per esaminare il Colon è con l'Endoscopia.

A seconda se si esamina parte o tutto il colon si distingue una anorettoscopia, una rettosigmoidoscopia o una colonscopia completa detta pancolonscopia.

In molti centri questo esame viene eseguito in sedazione, senza avvisare il minimo dolore.

Da alcuni anni esiste la possibilità di eseguire una Colonscopia Virtuale con l'ausilio di apparecchi TAC di ultima generazione.

Le indicazioni a questo esame sono però limitate.

Chiedete sempre prima al medico se è indicato fare una colonscopia virtuale perché potreste rischiare di dover comunque fare anche una colonscopia endoscopica!
Tumori colon Roma – la tecnica chirurgica Dott. Carlo Farina.
Il trattamento consiste in una resezione di un tratto più o meno ampio di colon eventualmente con i linfonodi regionali avendo cura di non disperdere cellule tumorali in addome.

Dopo la resezione si esegue una sutura dei due tratti di intestino, la cosiddetta anastomosi, che può essere eseguita manualmente o con l'ausilio di apparecchi sofisticati che tagliano e cuciono direttamente i tessuti.

Attualmente la resezione del colon è possibile nella maggior parte dei casi eseguirla per via Laparoscopica.
Resezione del colon laparoscopica:

Consiste nell'eseguire l'intervento di resezione del colon attraverso delle mini incisioni da 5 a 12 mm come punto di ingresso di un'ottica e degli strumenti.

L'addome viene disteso con del gas (anidride carbonica).

Spesso è necessaria la cosiddetta "incisione di servizio", una piccola apertura dell'addome generalmente sopra il pube, per far uscire all'esterno il pezzo di colon asportato.

La tecnica non varia rispetto all'analoga "open" cioè a quella laparotomica, ma è sicuramente più precisa in quanto viene eseguita con strumenti piccoli e delicati, con un ingrandimento di tutti i tessuti e con la necessità di limitare le perdite di sangue, pena la ridotta visione del campo operatorio.

E' riconosciuto che coloro che sono sottoposti ad interventi laparoscopici hanno meno necessità di trasfusioni di sangue.
Tumori colon Roma
www.carlofarina.it