Torna sotto grande osservazione la Toyota, con un richiamo molto consistente, ben 204 mila auto in Italia, piccola parte degli oltre sette milioni di veicoli interessati dalla campagna, costretto...

Toyota, richiamo auto: 200 mila vetture da controllare in Italia

concessionarie auto toyota

Torna sotto grande osservazione la Toyota, con un richiamo molto consistente, ben 204 mila auto in Italia, piccola parte degli oltre sette milioni di veicoli interessati dalla campagna, costretto a intervenire sul comando dei finestrini elettrici, del costruttore Giapponese.

Non siamo ai livelli di gravità riscontrati nel 2010, quando venne messo in discussione un grande mito, quello dell’affidabilità Giapponese e della Toyota Yaris,che venne richiamata nei service Toyota per problemi con l’acceleratore. Questa volta il possibile guasto è legato al funzionamento del pulsante degli alzavetri, lato guidatore. Dalle verifiche effettuate, è emerso che il comando possa iniziare a funzionare a scatti, provocando nei casi più gravi un rischio di incendio, che per fortuna finora mai riscontrati. In totale le vetture che presentano il difetto sono 7 milioni e 430 mila, la maggior parte venduta negli Stati Uniti (2 milioni e 470 mila unità), mentre in Cina sono 1.4 milioni le auto richiamate, poco più dell’Europa (1.39 milioni).

I modelli interessati dal richiamo, che verrà comunicato ai proprietari delle vetture con lettera raccomandata, sono la Toyota Auris, la Toyota Corolla, il suv Rav4 e la Yaris, prodotte tra il 2006 e il 2008.

Nella lettera inviati ai clienti della casa Giapponese si legge come, «nell’ambito della suddetta campagna Toyota Motor Italia metterà in atto un’azione di servizio a scopo preventivo per le unità interessate (prodotte tra settembre 2006 e dicembre 2008) , commercializzate in Italia. Sui veicoli coinvolti nel richiamo, esiste la possibilità che l’interruttore dell’alzacristalli elettrico, alloggiato nel pannello porta lato guidatore, nel tempo possa iniziare a funzionare in modo irregolare e a scatti. Continuando ad operare in queste condizioni, l’interruttore potrebbe bloccarsi e diventare inoperativo».  Per prevenire il malfunzionamento dell’interruttore si applicherà « nel caso in cui risultasse già funzionante in modo irregolare all’atto dell’ispezione, l’interruttore verrà sostituito. Tale intervento avrà durata di circa 1 ora e sarà effettuato gratuitamente».

Cosa aggiungere, i problemi su una vettura sono tanti, ma l’importante e che una Casa si assumi sempre le proprie responsabilità, portando avanti un progetto di controllo qualità e dove e possibile prevenire mal funzionamenti, specialmente se questi possono incidere in qualche modo sulla sicurezza. Questa immensa campagna di richiamo, che Toyota ha messo in atto, è solo la dimostrazione che il marchio ha ovviamente interesse a preservare la sua immagine e in questo modo lancia un segnale ancora più forte sulla sua affidabilità nel tempo!