Famiglie rom nella periferia di Torre Maura? Un affronto nel territorio “governato” da CasaPound. E ora la procura di Romaindaga per danneggiamenti e minacce con l’aggravante dell’odio razziale....
postato da morelli il 18/04/2019
Categoria: Italia - tags: proteste + razzismo + rom + torre maura

Famiglie rom nella periferia di Torre Maura? Un affronto nel territorio “governato” da CasaPound. E ora la procura di Romaindaga per danneggiamenti e minacce con l’aggravante dell’odio razziale. Le promesse della sindaca di Roma, Virginia Raggi, di spostare “entro una settimana” le 77 persone di etnia rom – di cui 34 minori – dal centro di accoglienza “Usignolo” gestito dalla Coop Tre Fontane ha soltanto mitigato la protesta. Che sta continuando “e proseguirà finché non saranno usciti tutti i rom dalla struttura”. L’automobile della Sala operativa sociale del Comune incendiata martedì sera da chi protestava è ancora lì davanti, quasi fosse un avvertimento. “Daremo fuoco al centro”, urlavano alcuni, prima che il comunicato del Campidoglio sciogliesse la protesta, alle 2.30 di notte. “Dovevamo farlo saltare in aria prima questo centro. È meglio fare i delinquenti con questi”, c’era chi urlava questa mattina tra i residenti delle case popolari ex-Isveur, sostenuti dai militanti della tartaruga neofascista e da alcune “presenzialiste” – riconoscibili nelle tante interviste video che circolano in rete e sui tg – appartenenti alla rete della manovalanza dell’estrema destra romana.

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/03/roma-procura-indaga-su-rivolta-contro-i-rom-a-torre-maura-aggravante-razziale-la-rete-dellultradestra-nel-quartiere/5083613/