Paese che vai, specialità culinaria che trovi. In Italia non siamo da meno e, tra pasta, carne, pesce e dolci, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, negli ultimi anni, le strade di ogni...

Street food di carne: il lampredotto e il cavallo pesto

Paese che vai, specialità culinaria che trovi. In Italia non siamo da meno e, tra pasta, carne, pesce e dolci, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, negli ultimi anni, le strade di ogni città sono state letteralmente invase dai ristoranti etnici, dal sushi giapponese alla cucina messicana. Molti di questi vendono anche cibi d’asporto, primo tra tutti il panino/piadina con il kebab. Ma anche nella nostra tradizione culinaria gli street food non mancano: eccone due tra i più famosi, il lampredotto fiorentino e il cavallo pesto parmigiano.


Il lampredotto

Preparato nei tradizionali chioschi dei “trippai”, il lampredotto si ricava da uno dei quattro stomaci del manzo, l’abomaso (o stomaco ghiandolare), composto da parti magre e grasse. Piatto povero in origine, oggi viene servito come street food all’interno di un panino tipico della gastronomia fiorentina (detto semelle) con sale, pepe e salsa verde (preparata frullando acciughe, aglio, prezzemolo e albume d’uovo).


Il cavallo pesto

Prodotto parmigiano DOC, il panino con il cavallo pesto (o pesto di cavallo) è composto da carne d’equino macinata finemente e servita cruda nel pane. Il piatto risale alla seconda metà dell’Ottocento e si può trovare ovunque in città: antipasto, in cottura o crudo con limone, sale e pepe, il cavallo pesto è un’istituzione di Parma e le macellerie che lo producono sono più di venti. Nutrizionalmente, inoltre, è un vero toccasana: ricco di proteine e di ferro, con pochissimi grassi e con zero colesterolo, è un alimento ideale per gli sportivi e per i bambini durante l’età della crescita.


Consigli

 

Nel caso vogliate gustare una di queste prelibatezze, il consiglio è quello di farlo nelle rispettive città: Firenze e Parma (difficilmente, inoltre, le troverete altrove). Se nella città dei Medici sono rimasti in pochi a servirlo, lo stesso non si può dire per il capoluogo ducale: qui, infatti, le macellerie equine abbondano e a ogni angolo si può trovare questa tipologia di carne. Tuttavia, per questi piatti della tradizione, è meglio affidarsi a un’attività storica, specializzata nella produzione e nella vendita del cavallo pesto a Parma.