Con l’evoluzione del mercato delle stampanti laser multifunzioni per le aziende e delle stampanti per PC, oramai presenti in quasi tutte le abitazioni private, la compatibilità ambientale ed il...

Stampanti laser multifunzioni HP: il “Colosso Verde” dell’ecosostenibilità

Con l’evoluzione del mercato delle stampanti laser multifunzioni per le aziende e delle stampanti per PC, oramai presenti in quasi tutte le abitazioni private, la compatibilità ambientale ed il contributo per la tutela dell’ecosistema di questi dispositivi dovrebbe essere considerato come un elemento importante quando se ne valuta l’acquisto. HP è da anni all’avanguardia nello studio e nella ricerca per la salvaguardia dell’ambiente.

E’ sempre più importante diffondere la consapevolezza che la produzione, l’utilizzo e lo smaltimento delle varie componenti dei dispositivi elettronici hanno un impatto ambientale sempre più significativo, dato il continuo aumento del numero delle apparecchiature.

Per ciò che riguarda lestampanti laser wifi ed i dispositivi multifunzione, sia per quelli all’interno delle aziende che per quelli ad uso domestico, ci possono essere differenze significative in termini di compatibilità ambientale.

A tal proposito, tra i diversi produttori di stampante multifunzione, HP rappresenta di certo un esempio positivo in termini di impegno per il rispetto dell’ambiente. Avendo iniziato a riciclare materiali hardware nel lontano 1987, HP può essere considerata un vero e proprio pioniere in questa attività. Da allora sono stati recuperate più di 4 miliardi di tonnellate di prodotti destinati al riutilizzo o al riciclo e, solamente nel 2010, sono stati prodotti più di 310 milioni di cartucce per stampanti LaserJeted a getto di inchiostro contenenti il risultato di questo processo di riciclo.

Le stampanti laser multifunzioni HP fanno tutte parte del programma HP Planet Partners che consente di riciclare in modo responsabile apparecchiature informatiche e materiali di consumo per stampanti non più necessari. Questo programma fa riferimento alla direttiva dell’Unione Europea RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e dal Gennaio 2008, gli stessi produttori di apparecchiature si stanno facendo carico del finanziamento della gestione dei RAEE.

Inoltre, tramite il processo denominato “Closed Loop”, HP ha introdotto un sistema innovativo che impiega nella produzione delle nuove cartucce la plastica riciclata ottenuta da varie fonti. Ciò consente di realizzare cartucce con un contenuto di materiale riciclato che va dal 70 al 100%, assicurando comunque la conformità di ogni prodotto agli elevati standard di prestazione HP e quindi di ridurre notevolmente l’impatto ambientale pur mantenendo alto il livello di innovazione e progettazione.

Le collaborazioni dell’azienda contribuiscono a gettare le basi per una sostenibilità sempre maggiore. Attraverso la partnership con il World Wildlife Fund (WWF), HP intende fissare nuovi standard per affermare la propria leadership ambientale. Il progetto è incentrato sull'analisi, la ricerca e la raccolta di dati, in modo da consentire ad HP di ridurre le emissioni dei gas serra, migliorare l'efficienza energetica dei prodotti, nonché educare e promuovere l'adozione di iniziative analoghe da parte di altri produttori.

A partire dal 2007, HP ha avviato un progetto per far fronte al crescente problema dei rifiuti elettronici (e-waste) in Africa. Questa iniziativa ha consentito ad HP di raccogliere informazioni cruciali sul modo in cui la società, le organizzazioni e i governi africani stanno affrontando il crescente problema legato alla gestione dei rifiuti elettronici, nonché di testare possibili soluzioni.

Se state pensando di acquistare uno di questi dispositivi, ad uso aziendale ma anche ad uso domestico, studiato e progettato nel rispetto delle più moderne regole per la tutela dell’ambiente, certamente una stampante a laser HP saprà garantire il conseguimento dei molteplici obiettivi di sostenibilità e di salvaguardia del nostro preziosissimo ecosistema.