Per informazioni: scientology.it dirittiumani.roma@gmail.com

Sport . avventura e musica per i Diritti Umani

postato da Halina Walczyk il 23/06/2013
Categoria: Italia - tags: alpinismo + cd + diritti umani + libri + musica + sport

Serata sui Diritti Umani per portarli in ogni momento ed in ogni luogo

 

Roma 23 giugno 2013 - Tra le note di una canzone, sulle alte vette di una montagna, nella vita di tutti i giorni:dobbiamo in ogni momento e in ogni luogo fare i conti con quelli che sono i diritti umani.

Libertà, uguaglianza di fronte alla legge, giustizia e solidarietà: sono principi che vanno garantiti, non richiesti, perché ogni uomo, donna o bambino li possiede per nascita, come membro dell’Umanità.

 

Selene Lungarella, cantante, vincitrice del Premio Afi (Associazione Fonografici Italiani) consegnatole a Sanremo, il 18 febbraio 2012, e Daniele Nardi, alpinista con ben 5 scalate oltre gli 8000 metri al suo attivo, hanno capito che i diritti umani vanno sostenuti e applicati in ogni ambito. Per questo coniugano il loro impegno professionale con la promozione e l’insegnamento dei diritti inviolabili sanciti dalla Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite. E per questo, sono Ambasciatori dei Diritti Umani nominati da Arte e Cultura per i Diritti Umani, una Onlus di genitori che hanno deciso che il modo migliore per aiutare i loro figli e gli altri ragazzi era quello di creare per loro un mondo migliore fondato sulla cultura dei diritti.

 

Proprio Arte e Cultura per i Diritti Umani ha organizzato e svolto nella giornata di ieri una speciale serata per dare riconoscimento a questi due moderni paladini dei diritti. Ospitati dalla Chiesa di Scientology di Roma e Mediterraneo per presentare l’ultimo lavoro di Selene, l’album “L’Ora dei Fantasmi”, e il recente libro “In Vetta al Mondo” in cui Daniele Nardi narra le sue imprese sulle alte vette del mondo, dove ha portato con sé la Bandiera dei Diritti Umani, progetto di Arte e Cultura per i Diritti Umani. L’Alta Bandiera  dei Diritti Umani è il vessillo firmato da più di 8000 studenti delle scuole italiane, che hanno affidato a Daniele la loro richiesta di vivere in un mondo di pace. Daniele Nardi ha portato sulle montagne che sfidano il cielo questo appello perché la sua eco potesse risuonare ovunque.

 

Ma l’attività di Daniele e Selene per i diritti umani va oltre. Entrambe sono stati protagonisti di iniziative come conferenze e concerti che hanno portato ai ragazzi delle scuole la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, promulgata dalle Nazioni Uniti nel 1948, un documento che suggella oltre 2000 anni di lotte per il riconoscimento dei diritti dell’uomo, iniziato con il cilindro di Ciro il Grande nel 539 a.C.

 

Per tale motivo la Chiesa di Scientology di Roma, da sempre attiva sul fronte dei diritti umani, che sono connaturati nel Credo della Chiesa di Scientology scritto nel 1954 dal fondatore di questa religione, il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, ha concesso il suo auditorium per rivolgere un plauso all’associazione Arte e Cultura per i Diritti Umani e al suo presidente Elena Martini che ha saputo convogliare le energie di un artista e di un esploratore per far conoscere i diritti umani alle future generazioni e per celebrare e dare riconoscimento a Selene Lungarella e Daniele Nardi che hanno hanno dimostrato la sensibilità per rispondere alla chiamata, decisiva per il futuro della società.

Per informazioni:

 

scientology.it

dirittiumani.roma@gmail.com