Se volete fare non un regalo, ma il regalo: i solitari diamanti, è bene conoscerne le caratteristiche per fare un acquisto consapevole e responsabile.

Solitari Diamanti: Caratteristiche e Prezzo

postato da SusannaPozzi il 21/08/2017
Categoria: Servizi - tags: anello diamante + solitari diamanti + solitario diamante

Se volete fare non un  regalo, ma il regalo: i solitari  diamanti, è bene conoscerne le caratteristiche per fare un acquisto consapevole e responsabile.

 

La classificazione dei Tagli

A differenza degli altri "Cs" ( peso in carati, colore e chiarezza), i vari tipi di taglio  esistenti oggi non sono stati originati dalla GIA. Anche se i rivenditori utilizzano termini comuni per descrivere il taglio (come Excellent, Very Good, Fair, Poor), i termini non vengono applicati uniformemente. Infatti, un venditore di diamanti può assegnare uno qualsiasi di questi gradi al taglio che vuole, in base a qualsiasi insieme di fattori che desidera. Un rivenditore utilizzerà termini come "Fair", "Very Good" e "Excellent" magari per descrivere un prodotto; Mentre un altro utilizza "Fair" per descrivere qualcosa di molto simile, e un altro ancora preferirà usare "eccellente" per un diamante della stessa qualità di taglio. Prestare attenzione quando si confrontano i tagli di diversi rivenditori, in quanto sono probabilmente incoerenti.

Importante quindi è capire quali rivenditori utilizzano dei parametri propri al posto di quelli decisi dalla GIA. Molti siti web popolari e negozi al dettaglio preferiscono infatti usare i loro parametri che sono generalmente un po’ gonfiati rispetto a quelli ufficiali.

 

L’importanza del Taglio per un Diamante di Qualità

Il grado di taglio è il fattore più importante per determinare l'aspetto complessivo di un diamante perché un diamante tagliato male sembrerà opaco anche se originariamente aveva un eccellente chiarezza e livello di colore adeguato. Al contrario, un diamante ben tagliato può avere un colore leggermente inferiore (G-H) o chiarezza (SI1-SI2) ed essere comunque abbastanza bello da vedere a causa della sua capacità superiore di creare scintillio e brillantezza.

Per una brillantezza superiore, scegli un diamante con un taglio di ottima qualità oppure un diamante a taglio rotondo, ad esempio a rosa, il classico taglio brillante, l’ovale o la navette. Sono quelli che anche se costano di meno hanno un ottima brillantezza proprio per la forma del taglio. Perfetto anche il taglio princess che, per quanto quadrato, è ricchissimo di faccette che permettono alla luce di essere riflessa più e più volte. Quando si sceglie un diamante di questo tipo, assicurarsi che la sua simmetria e lucidatura siano molto buoni o eccellenti, in modo che le sue capacità di lucentezza non siano oscurate da un taglio eseguito male.

Per coloro che dispongono di un bilancio, prevalentemente di dimensioni, un diamante di taglio Fair - Good può essere una scelta accettabile, soprattutto se la forma è di fantasia. Ma se il diamante in questione non sarà scintillante e brillante al punto giusto per ottenere un parametro decente bisognerà aumentare il carato. Quindi anche il prezzo del gioiello. Meglio prendere un diamante con meno carati ma tagliato bene.

Evitare diamanti tagliati in modo scadente, anche se la dimensione è la preoccupazione principale. La maggior parte di questi diamanti trovano in genere difficoltà a essere rivenduti o apprezzati, nonostante il prezzo più basso. Come scegliere il diamante è anche una questione di necessità personali, di gusto di chi dovrà riceverlo e di possibilità economiche. Tuttavia è sempre giusto capire quali parametri è meglio prendere in considerazione.